Giornata mondiale del tango. Il 17 milonga a piazza San Pietro

(AGI) - Roma, 10 dic. - Ogni anno l'11 dicembre si celebra intutto il mondo la "Giornata Internazionale del Tango". Perl'occasione, molte radio italiane dedicheranno un omaggio altango, presentando in anteprima i remix tratti da "Xena Tango".Una celebrazione del fascino eterno di una musica contagiosache anticipa di qualche giorno la milonga che migliaia diargentini e di fedeli insceneranno a Piazza San Pietro perfesteggiare, il 17 dicembre, il compleanno di un veroappassionato di tango come Papa Francesco. I remix, realizzati a Buenos Aires e masterizzati aBerlino, riguardano il brano "Milonga do Magon",

(AGI) - Roma, 10 dic. - Ogni anno l'11 dicembre si celebra intutto il mondo la "Giornata Internazionale del Tango". Perl'occasione, molte radio italiane dedicheranno un omaggio altango, presentando in anteprima i remix tratti da "Xena Tango".Una celebrazione del fascino eterno di una musica contagiosache anticipa di qualche giorno la milonga che migliaia diargentini e di fedeli insceneranno a Piazza San Pietro perfesteggiare, il 17 dicembre, il compleanno di un veroappassionato di tango come Papa Francesco. I remix, realizzati a Buenos Aires e masterizzati aBerlino, riguardano il brano "Milonga do Magon", scritto einterpretato da Roberta Alloisio (cantante genovese PremioTenco) e da Pablo Banchero (cantante ufficiale de La Boca eastro nascente del tango argentino), con l'arrangiamento diWalter Rios, considerato l'erede di Astor Piazzolla. Da unremix del brano e' stato realizzato un videoclip di animazioneche sara' trasmesso da alcune tv musicali in omaggio al tango,e di cui si puo' vedere un estratto QUI. A quasi 150 anni dalla sua nascita il successo del tangonon conosce sosta. Piu' di qualsiasi altra forma espressiva iltango ha rapito e incantato la psiche dell'uomo moderno. Il suofascino ha ormai conquistato ogni angolo del mondo,dall'America all'Europa, dall'Africa al Giappone, dalla Cinaall'Australia. Difficile pero' ignorare che in questo grande successo cheil tango ha ottenuto in tutto il mondo, l'Italia abbia un postodi assoluto privilegio, essendo il tango nato dall'incontro didue culture, quella italiana e quella argentina. Diceva Borgesche "i vecchi criollos che inventarono il tango si chiamavanoBevilacqua, Greco, De Bassi", mentre il maestro Luis Bacalovsostiene che "senza gli italiani il tango non sarebbeesistito". (AGI).