Gastronomia: Consorzio Mozzarella Bufala, difendersi da attacchi

(AGI) - Roma, 14 lug. - "Quello di cui il prodotto Dop avrebbedavvero bisogno sarebbe di poter contare su una filiera coesaed essere difeso con forza e con competenza dai mille altriprodotti generici che sul mercato si definiscono comunque"mozzarella". Lo ha dichiarato il Direttore del Consorzio dellaMozzarella di Bufala Campana, Antonio Lucisano. "Sono denominazioni - ha aggiunto - che non consentono alconsumatore, sia in Italia che all'estero, di percepire appienole enormi differenze qualitative esistenti fra la Mozzarella diBufala Campana, sottoposta ad un rigoroso disciplinare e ad unseverissimo piano di controlli, e

(AGI) - Roma, 14 lug. - "Quello di cui il prodotto Dop avrebbedavvero bisogno sarebbe di poter contare su una filiera coesaed essere difeso con forza e con competenza dai mille altriprodotti generici che sul mercato si definiscono comunque"mozzarella". Lo ha dichiarato il Direttore del Consorzio dellaMozzarella di Bufala Campana, Antonio Lucisano. "Sono denominazioni - ha aggiunto - che non consentono alconsumatore, sia in Italia che all'estero, di percepire appienole enormi differenze qualitative esistenti fra la Mozzarella diBufala Campana, sottoposta ad un rigoroso disciplinare e ad unseverissimo piano di controlli, e tutte le altre, conconseguenze pesanti sui prezzi del prodotto Dop. Ci sono inveceesponenti che preferiscono ritagliarsi quotidianamente spaziosui media solo con attacchi demagogici al Consorzio di Tutela,e per conseguenza all'immagine stessa del prodotto Dop, il cuiscopo sembra essere quello di innescare a tutti i costiconflitti artificiosi fra i nostri allevatori ed i nostritrasformatori. I loro obiettivi sono di conquistare voti econsensi, anche sulla pelle delle nostre imprese. I nostri sonomolto diversi, e noi continueremo a perseguirli condeterminazione: tutelare i milioni di affezionati consumatoriche il nostro prodotto vanta in tutto il mondo, prevenendo ereprimendo ogni possibile abuso rispetto ai vincoli imposti daldisciplinare; lavorare perche' nel prossimo futuro tutto illatte bufalino prodotto nell'area Dop possa trovare finalmentecollocazione nel prodotto Dop. Solo cosi' potranno crearsi legiuste condizioni di mercato per competere piu' efficacementecon i prodotti generici, da una parte, e per migliorare laredditivita' delle nostre aziende - soprattutto quelleagricole, che oggi stanno seriamente soffrendo - dall'altra.Perche' la Mozzarella di Bufala Campana e' un tesoro che noiproteggiamo e che altri, fingendo di volerlo valorizzare, inrealta' tentano di far scomparire dall'atlante delle eccellenzeitaliane". La scorsa settimana si e'riunito il Cda delconsorzio che ha portato alla riconferma del PresidenteDomenico Raimondo e del Direttore Antonio Lucisano. Conl'occasione e' stato fatto anche un consuntivo sul lavorosvolto negliultimi mesi e un'analisi sull'immediato futuro."Salutiamo con soddisfazione l'ingresso di 8 nuovi membri nelConsiglio di Amministrazione - ha sottolineato il PresidenteDomenico Raimondo - che porteranno certamente stimoli e idee.Questo senza dimenticare il lavoro svolto in questo triennioche ha portato a risultati importanti che ci hanno consentitodi gestire in modo positivo anche situazioni assai delicate".Raimondo ha ribadito come la tutela e la promozione delprodotto restano i punti fermi dell'attivita' del Consorzio che"continuera' a offrire, in stretta collaborazione con tutti gliorganismi preposti, un'attivita' di controllo certosinaindispensabile per fornire le necessarie garanzie aiconsumatori di tutto il mondo. E al tempo stesso proseguiremocon il nostro lavoro di promozione in Italia e all'estero,partecipando e creando iniziative che consentano al pubblico diconoscere realmente questo meraviglioso prodotto. Ricordiamoche, solo in questo primo semestre del 2014, siamo statiprotagonisti in decine di situazioni in Italia e abbiamoportato la nostra eccellenza a Parigi, Londra, Vienna, Ginevra,Dubai, Tokyo". (AGI),