Danza, tablet e...magia, ecco la ricetta per crescere figli creativi

Le cinque regole che non ti aspetti per stimolare la fantasia dei bambini 

Danza, tablet e...magia, ecco la ricetta per crescere figli creativi
 Asilo nido bambini scuola materna -agf

Lunedì nuoto, martedì chitarra, mercoledì tennis, giovedì bricolage, venerdì danza: se pensate che questa sia la settimana tipo di un bambino particolarmente creativo sbagliate di grosso. Per stimolare i più piccoli e trasformarli in geni creativi, la ricetta da seguire è più semplice e… divertente. E mescola la magia alla libertà, riabilitando perfino il tablet.

  1. Date il buon esempio - Quando siete in compagnia dei vostri figli, siate creativi. Alcuni studi dimostrano che già a un anno di vita i bambini sono più creativi se lo sono anche i genitori. A sorpresa, il patrimonio genetico, in questo caso, incide solo in piccola parte. Sono decisivi, invece, gli ‘sforzi’ di mamma e papà. Un esempio? Prendete un asciugamani e trasformatelo in una cappa, in un cappello, in una coperta e in qualsiasi altra cosa vi passi per la mente. 
     
  2. Abracadabra! - Divano, luci spente, pop-corn e un film di magia nel lettore dvd. Un esperimento ha dimostrato che dopo soli 15 minuti di “Harry Potter e la pietra filosofale”, i bambini aumentano la loro capacità di lavorare di fantasia. E continuano a farlo per diversi giorni.  
     
  3.  Passi di danza (improvvisati) - Ballate insieme, ma fuori dagli schemi. Se da sempre la danza è considerata un'attività formativa per i bambini - aiuta a socializzare, rende più sicuri ed è un buon allenamento -, muoversi a ritmo di musica trasgredendo le regole è un toccasana per il cervello.  
     
  4. Concedete più libertà - Un errore commune? Dire ai bambini cosa devono fare. Diversi studi dimostrano che quando i genitori inzeppano l’agenda dei figli di corsi formativi, abbassano il loro livello di creatività. Al contrario, pretendendo meno e assecondando la loro predisposizione, otterranno risultati sorprendenti.
     
  5. Entrate in contatto con la “generazione touchscreen” - Sempre più mamme (e papà) combattono una guerra contro tablet e smartphone. Il timore è quello di vedere i propri bambini disinteressati al mondo reale e completamente immersi nella realtà virtuale. Ma anche qui è il segreto è il giusto compromesso. Secondo gli esperti, infatti, basta scegliere le app giuste, come quelle in cui bisogna cimentarsi con il disegno, i colori, la scrittura, o la composizione di un brano musicale.

Per approfondire:

Magic and dancing: Five ways to make your child a creative genius