Export: Conserve Italia accordo con Colavita per Usa

(AGI) - Roma, 17 set. - Nell'ottica di rafforzare la suaespansione sui mercati extraeuropei, Conserve Italia ha strettoun'alleanza commerciale con Colavita, azienda molisana chedetiene la leadership assoluta di vendite di olio extraverginedi oliva italiano in America. L'accordo prevede che ConserveItalia utilizzi per la commercializzazione del pomodoro amarchio Cirio la rete distributiva di Colavita Usa, che ha unadiffusione capillare su tutto il territorio nordamericano e bendue sedi operative, la principale nel New Jersey e una direcente apertura in California. "Puntiamo alla grande forza evocativa del connubio di dueprodotti made in Italy,

(AGI) - Roma, 17 set. - Nell'ottica di rafforzare la suaespansione sui mercati extraeuropei, Conserve Italia ha strettoun'alleanza commerciale con Colavita, azienda molisana chedetiene la leadership assoluta di vendite di olio extraverginedi oliva italiano in America. L'accordo prevede che ConserveItalia utilizzi per la commercializzazione del pomodoro amarchio Cirio la rete distributiva di Colavita Usa, che ha unadiffusione capillare su tutto il territorio nordamericano e bendue sedi operative, la principale nel New Jersey e una direcente apertura in California. "Puntiamo alla grande forza evocativa del connubio di dueprodotti made in Italy, quali il pomodoro e l'extravergine dioliva, tra i piu' apprezzati e richiesti dai consumatoriamericani", spiega Cesare Concilio, Direttore CommercialeEstero Conserve Italia. "Attualmente il fatturato di ConserveItalia in Nord America e' di circa 1 milione di euro, di cui500 mila euro legati al brand Cirio, con una crescita del + 50%in due anni. In virtu' dell'accordo siglato con Colavita -spiega Concilio - puntiamo a incrementare ulteriormente inostri ricavi su un mercato come quello americano in cui ladomanda di prodotti italiani e' altissima, cosi' come di controe' ancora molto forte la diffusione del fenomeno dell'italiansounding". "Le possibilita' di crescita sono molte - spiega ancoraConcilio - perche' gli Usa sono tra i primi cinque paesiimportatori di pomodoro, nonostante siano il primo produttoreal mondo con una media di circa 12 milioni di tonnellate(quest'anno e' addirittura prevista una produzione record dicirca 14 milioni). La difficolta' di una penetrazionecommerciale negli Stati Uniti e' dovuta alla scarsaconcentrazione della rete distributiva, che costringe leaziende italiane a dialogare con decine di catene di retailoperanti nei diversi stati americani, peraltro con grandidifferenze operative tra stato e stato. Di qui la decisione diutilizzare la rete distributiva di Colavita, presente da annisu gran parte del territorio del Nord America, affidando ailoro broker la commercializzazione del pomodoro Cirio, comeesclusiva di prodotto".(AGI)Bru