Expo: Serracchiani, "Da Food East contenuti per 'Carta di Udine'"

(AGI) - Udine, 24 giu. - "In questa due giorni di 'Food East',in cui Udine e' capitale di Expo per la ricerca el'innovazione, miriamo a sintetizzare i risultati di tavoli dilavoro a livello internazionale in una 'Carta di Udine' che siaggiunga e integri la Carta di Milano per dare un nostroconcreto contributo sul tema dell'agricoltura di qualita' edella sostenibilita' nella nutrizione". Lo ha dichiarato la presidente del Friuli Venezia GiuliaDebora Serracchiani, al termine del forum "Food East", che e'in svolgimento oggi e domani all'auditorium della Regione diUdine sul tema "Verso la

(AGI) - Udine, 24 giu. - "In questa due giorni di 'Food East',in cui Udine e' capitale di Expo per la ricerca el'innovazione, miriamo a sintetizzare i risultati di tavoli dilavoro a livello internazionale in una 'Carta di Udine' che siaggiunga e integri la Carta di Milano per dare un nostroconcreto contributo sul tema dell'agricoltura di qualita' edella sostenibilita' nella nutrizione". Lo ha dichiarato la presidente del Friuli Venezia GiuliaDebora Serracchiani, al termine del forum "Food East", che e'in svolgimento oggi e domani all'auditorium della Regione diUdine sul tema "Verso la Carta di Milano: le eccellenze delFriuli Venezia Giulia e dell'Europa Centro Orientale per lasostenibilita' in campo alimentare". Il Friuli Venezia Giulia e' Regione capofila assieme allaProvincia autonoma di Bolzano per tutte le Regioni italiane sultema della ricerca e dell'innovazione all'interno di Expo 2015.Il 12 di settembre a Milano il Friuli Venezia Giulia e Bolzanotrasferiranno il contributo che emergera' dalla due giorniudinese a nome della Conferenza delle Regioni e per tutto il"sistema Paese". "L'alta qualita' dei lavori di oggi e' garantita dallapresenza di autorita' e dei tanti partner", ha evidenziatoSerracchiani, ringraziando per la loro partecipazione iministri della Scienza della Croazia e del Montenegro VedranMornar e Sanja Vlahovic, la sottosegretaria all'Agricolturaslovena Tanja Strnisa, la Commissione europea, presente nelledue giornate con ben tre Direzioni generali, e tutti coloro cheassieme alla Regione hanno collaborato all'evento: i due Ateneidi Udine e Trieste, Area Science Park, Iga-Istituto di GenomicaApplicata, Ogs-Istituto di oceanografia e geofisicasperimentale, Cei-Iniziativa Centro Europea, il Polotecnologico di Pordenone, il Parco di San Daniele e il TriesteCofee cluster. "Alla base dei contenuti della Carta ci sara' proprio ilprincipio di collaborazione tra tutti gli enti di ricerca delFriuli Venezia Giulia, i loro partner internazionali e gliStati stessi", ha spiegato la presidente, precisando che "congli Stati la Regione sta cercando di stringere relazioni ancorapiu' strette, con l'obiettivo di fare massa critica. Fortidelle nostre identita', le proiettiamo in un territorio piu'ampio: la Carta di Milano puo' aiutarci a farlo". Serracchianiha citato l'esempio della recente riattivazione diun'importante commissione bilaterale tra Friuli Venezia Giuliae la Slovenia, in cui la collaborazione in campo agricolo sara'elemento centrale. Questo, nel piu' ampio quadro dellastrategia della Macroregione Adriatico Ionica, contenitore perPaesi e Regioni vicine su cui l'amministrazione regionale stapuntando per concretizzare molte iniziative. Il primo obiettivo dell'evento, ha ricordato Serracchiani,"e' lavorare insieme" sul tema affascinante scelto per l'Expo2015, 'Nutrire il Pianeta, Energia per la vita', mettendo afattore comune la filiera della conoscenza per elaborarestrategie comuni per una crescita sostenibile; il secondo e'fare in modo che la ricerca e lo sviluppo non restino scollatidai processi industriali e di produzione; il terzo e'sollecitare l'incontro delle filiere produttive di successo". (AGI) Ts2/Bru

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it