Expo: Sala, dopo due gare giusto affidamento diretto ristorazione

(AGI) - Milano, 18 dic. - Piena difesa da parte dell'ad di ExpoSpa, Giuseppe Sala, della formula dell'affidamento diretto deiservizi di ristorazione andati a Cir Food. Spiegando che non sipoteva "continuare a lanciare gare", Sala ha chiarito chel'intera operazione e' stata seguita e vidimata dall'Anac e dalsuo presidente, Raffale Cantone, per cui il risultato finalesarebbe da considerarsi "assolutamente positivo alla fine diuna storia faticosa e dopo due gare andate deserte per unaserie di elementi". Secondo quanto spiegato, infatti, leimprese sarebbero state trattenute in primis dalla limitatezzatemporale di soli sei mesi

(AGI) - Milano, 18 dic. - Piena difesa da parte dell'ad di ExpoSpa, Giuseppe Sala, della formula dell'affidamento diretto deiservizi di ristorazione andati a Cir Food. Spiegando che non sipoteva "continuare a lanciare gare", Sala ha chiarito chel'intera operazione e' stata seguita e vidimata dall'Anac e dalsuo presidente, Raffale Cantone, per cui il risultato finalesarebbe da considerarsi "assolutamente positivo alla fine diuna storia faticosa e dopo due gare andate deserte per unaserie di elementi". Secondo quanto spiegato, infatti, leimprese sarebbero state trattenute in primis dalla limitatezzatemporale di soli sei mesi che non consente molto spazio perl'ammortamento degli investimenti; secondo, per il sistemaaltamente competitivo che si dovra' affrontare sul sito dove,accanto alla ristorazione delle aree di servizio, ci sara' ilristorante di Eataly, i chioschi e lo street food; terzo, per ivincoli stringenti posti da Expo Spa che ha fissato paletti sufiliera, sostenibilita', prezzi e capacita' di rispondere a chiha esigenze legate a intolleranze alimentari. (AGI) Mi5/Mau (Segue)