Enogastronomia: tra vegana e gourmet cucina mercatini Alto Adige

(AGI) - Roma, 17 dic. - Mercatini di Natale in grande spolveroalla vigilia della celebrazione della Nativita', fra alberifirmati, pietanze, vini per palati raffinati e dolciumi 'cult'della tradizione sudtirolese. A Bolzano, Bressanone, Merano,Vipiteno e Brunico le piazze dei centri storici ospitanoartigianato artistico, laboratori degli antichi mestieri comela lavorazione del feltro e la creazione delle coronedell'Avvento, prelibatezze gastronomiche ed enologiche. Nelsegno del Green Event i cinque mercatini di Natale dell' AltoAdige sono illuminati da una luce verde, a testimoniare lascelta ecologica, rispettosa dell'ambiente particolarmenteseguita quest'anno. A Bolzano, il piu' grande

(AGI) - Roma, 17 dic. - Mercatini di Natale in grande spolveroalla vigilia della celebrazione della Nativita', fra alberifirmati, pietanze, vini per palati raffinati e dolciumi 'cult'della tradizione sudtirolese. A Bolzano, Bressanone, Merano,Vipiteno e Brunico le piazze dei centri storici ospitanoartigianato artistico, laboratori degli antichi mestieri comela lavorazione del feltro e la creazione delle coronedell'Avvento, prelibatezze gastronomiche ed enologiche. Nelsegno del Green Event i cinque mercatini di Natale dell' AltoAdige sono illuminati da una luce verde, a testimoniare lascelta ecologica, rispettosa dell'ambiente particolarmenteseguita quest'anno. A Bolzano, il piu' grande mercatinod'Italia si passeggia tra le casette di legno, disposte inmodo nuovo e molto piu' efficace per il passaggio deivisitatori che affollano Piazza Walther, e si scoprono i magicisapori e profumi della atmosfera natalizia. Ci sono ovviamenteil vin brule', le zuppe d'orzo fumanti, lo zelten chesprigiona aromi speziati. Ma anche un angolo di degustazionedei magnifici vini dell'Alto Adige, con i suoi lagrein,gewurztraminer, sauvignon, schiava, kerner. Loacker, che proprio a Bolzano ha alcuni suoi vigneti, serve TasnimSauvignon Blanc come aperitivo e la scelta per unadegustazione tra bianchi, rossi e spumanti sudtirolesi e'veramente ampia. Chi voglia poi concedersi una sosta gourmet dialto livello puo' sedere a tavola al ristorante del Laurin,antico e famoso albergo bolzanino, dove il giovane chef ManuelAstuto soddisfa i palati piu' esigenti della citta'. Un calicedi Arunda rose' per cominciare e arriva la tartare di manzonostrano con insalatina di puntarelle, seguita dalla trazionalezuppa d'orzo servita in una tazza di pane e abbinata ad un vinolagrein, e ancora un primo da degustazione e' il risotto allazucca mascata con gambero arrostito. A completare la cena laguancia di vitello brasata con purea di patate, carote baby etartufo nero e a chiudere il tradizionale studel di melarivisitato dallo chef. In tutto l'Alto Adige la ristorazione e'di altissimo livello e brilla con le sue stelle Michelin. Intempo di mercatini Merano offre ospitalita' al visitatore nellesue enormi palle natalizie collocate vicino alle Terme eadibite a ristorantini per pochi intimi. Sono state 3500 leprenotazioni per questi pranzi dove a farala da padrona sonoluci e addobbi in stile tirolese raffinato e piatti dellatradizione. E sempre a Merano la novita' di quest'anno sonoenormi alberi di Natale firmati da stilisti e artisti, daRosita Missoni ad Elio Fiorucci, da Guillelmo Mariotto a SyusiBladi, mentre Marco Lodola e Renzo Arbore hanno dato vita allamostra Luminapolis. A Vipiteno, luci e profumi nataliziinvadono la minuscola piazza principale della citta' .Cannella e spezie, legno di montagna e dolci fatti in casa ,vin brule' e abeti decorati creano con i canti natalizi unaatmosfera magica. Tra le bancarelle non solo lebkuchen estrudel ma anche formaggi e salumi prelibati di queste parti. Si puo' sostare al caffe' dell'Hotel Lilie per una pausa efare uno spuntino da Vinzenz, alle porte della citta', luogoelegante e di tradizione rinnovata dove si trovano vini rari epregiati e piatti regionali gustosi come i tortelli di patatacon cotechino. Brunico, regno di pasticcerie e salumerieprincipesche accoglie con un mercatino dove regnano 'tirtlan','niggilan' e patate ripiene al forno. Non mancano anche quidolci e vini e l'atmosfera natalizia e' garantita da unasuggestiva decorazione luminosa di palazzi e chiese. Last butnot least c'e' il mercatino di Bressanone, dove ai piedi delDuomo, tra antiche dimore si cercano oggetti, come le notecalzature di feltro e prodotti locali ,come quelli per il corpoderivati dalle erbe raccolte sulle montagne che circondano lacitta' . Un tripudio di decorazioni natalizie, presepi edelizie per i golosi. Si puo' concludere la visita delmercatino con i menu' proposti dalle 'bancarelle' che prevedonoanche piatti vegani, vegetariani e adatti a persone chesoffrono di celachia. Per chi vuole una bella tavolaapparecchiata, tra i portici caratteristici all'interno delcentro storico di Bressanone, c'e' lo storico ristorante Fink,locanda sudtirolese accogliente ed ospitale. I mercatini inAlto Adige sono aperti durante tutte le festivita'.(AGI) Red/Bru