Crisi: Coldiretti, cresce potere d'acquisto e consumi cibo +1, 9%

(AGI) - Roma, 1 lug. - La crescita del potere di acquisto dellefamiglie spinge i consumi alimentari che nei primi cinque mesidel 2015 fanno segnare un incremento dell'1,9 per centorispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, invertendola tendenza dopo 7 anni di calo. E' quanto emerge da un'analisidella Coldiretti sulla base dei dati Istat sul reddito erisparmio delle famiglie nel primo trimestre, secondo i qualiil potere d'acquisto e' cresciuto a gennaio-marzo dello 0,8 percento nel confronto con il 2014, tenuto conto dell'andamentodei prezzi. Il risultato e' - precisa Coldiretti - che i

(AGI) - Roma, 1 lug. - La crescita del potere di acquisto dellefamiglie spinge i consumi alimentari che nei primi cinque mesidel 2015 fanno segnare un incremento dell'1,9 per centorispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, invertendola tendenza dopo 7 anni di calo. E' quanto emerge da un'analisidella Coldiretti sulla base dei dati Istat sul reddito erisparmio delle famiglie nel primo trimestre, secondo i qualiil potere d'acquisto e' cresciuto a gennaio-marzo dello 0,8 percento nel confronto con il 2014, tenuto conto dell'andamentodei prezzi. Il risultato e' - precisa Coldiretti - che iconsumi a tavola tornano a crescere invertendo una tendenza alribasso che durava dall'inizio della crisi nel 2007. Secondoun'analisi Coldiretti su dati Ismea-Nielsen, i primi cinquemesi dell'anno hanno visto, infatti, una netta accelerazione(+1,9%) della ripresa delle vendite alimentari. Torna dunque adaumentare - sottolinea Coldiretti - la spesa alimentare che e'la principale voce del budget delle famiglie dopo l'abitazionecon un importo complessivo di 215 miliardi. Un cambiamento che- continua la Coldiretti - deve trasferirsi alle impreseagricole con una adeguata remunerazione dei prodotti dopo chenel 2014 alle difficolta' economiche si sono sommate quelleclimatiche.(AGI)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it