Crisi: Coldiretti, agricoltori frustrati, i prezzi calano del 5%

(AGI) - Roma, 26 set. - La deflazione nelle campagne, che hafatto crollare i prezzi pagati alle imprese agricole del 5% conpunte del 17% per la frutta, e' responsabile del clima disfiducia che si respira nelle nostre zone agricole. E' quantoafferma la Coldiretti nel commentare i dati dell'Istat sullafiducia delle imprese a settembre. La crisi sta alimentando unaspirale negativa tra consumi e deflazione che - rilevaColdiretti - sta mettendo a rischio le imprese e la spesa deiconsumatori. I prezzi pagati alla produzione agricola calanodel 7 per cento per le coltivazioni con

(AGI) - Roma, 26 set. - La deflazione nelle campagne, che hafatto crollare i prezzi pagati alle imprese agricole del 5% conpunte del 17% per la frutta, e' responsabile del clima disfiducia che si respira nelle nostre zone agricole. E' quantoafferma la Coldiretti nel commentare i dati dell'Istat sullafiducia delle imprese a settembre. La crisi sta alimentando unaspirale negativa tra consumi e deflazione che - rilevaColdiretti - sta mettendo a rischio le imprese e la spesa deiconsumatori. I prezzi pagati alla produzione agricola calanodel 7 per cento per le coltivazioni con riduzioni piu'sensibili delle quotazioni per vini (-18%) e frutta (-17%).L'umore nero degli agricoltori - conclude Coldiretti - e'anche legato al maltempo dei mesi estivi, che ha colpito contemporali, bombe d'acqua e grandine le coltivazioni rovinandoil lavoro di un intero anno di molte aziende agricole. (AGI)st2/Gav