Consumi: Cia, crolla grande distribuzione, bene discount (+2, 5%)

(AGI) - Roma, 25 set. - "La triste novita' non e' tanto ilcrollo degli acquisti nei piccoli negozi (-4,2%), finora piu'esposti agli effetti della crisi, quanto il dato sulla spesanella grande distribuzione. Questa e' diminuita dell'1,7%,coinvolgendo supermercati (-2,9) e ipermercati (-2), enonostante piu' del 30% dei prodotti scontati sugli scaffali".Cosi' la Cia, Confederazione italiana agricoltori, commenta idati Istat sui consumi delle famiglie italiane. "Vuol dire che,a dispetto della pressione promozionale altissima, il budgetdegli italiani e' cosi' ridimensionato - osserva la nota Cia -che si prosegue a comprare solo l'essenziale in

(AGI) - Roma, 25 set. - "La triste novita' non e' tanto ilcrollo degli acquisti nei piccoli negozi (-4,2%), finora piu'esposti agli effetti della crisi, quanto il dato sulla spesanella grande distribuzione. Questa e' diminuita dell'1,7%,coinvolgendo supermercati (-2,9) e ipermercati (-2), enonostante piu' del 30% dei prodotti scontati sugli scaffali".Cosi' la Cia, Confederazione italiana agricoltori, commenta idati Istat sui consumi delle famiglie italiane. "Vuol dire che,a dispetto della pressione promozionale altissima, il budgetdegli italiani e' cosi' ridimensionato - osserva la nota Cia -che si prosegue a comprare solo l'essenziale in un caso su due.Le famiglie continuano a tagliare in primis sulla qualita',ricorrendo sempre di piu' al discount, ultimo baluardo dellaspesa low-cost e unica forma distributiva che cresce, segnando e +2,5% nei primi sette mesi del 2014". (AGI) st2/Gav