Censis: nel 2007-2013 spesa per generi alimentari cala del 12, 9%

(AGI) - Roma, 5 dic. - La spesa per generi alimentari dellefamiglie italiane e' diminuita nel periodo di crisi 2007-2013del 12,9 in termini reali, contro una dinamica complessivadella spesa per consumi pari a -8%. E' quanto emerge dalRapporto annuale sulla situazione del Paese del Censis. "Afronte di una caduta della spesa, si registra pero' unaespansione del significato sociale del rapporto con il cibo,che ci spinge ben oltre la sua funzionalita' generica. Ilsuccesso di vino e cibo italiani nel mondo e' uno degliindicatori piu' significativi del fortissimo appeal del nostrostile di

(AGI) - Roma, 5 dic. - La spesa per generi alimentari dellefamiglie italiane e' diminuita nel periodo di crisi 2007-2013del 12,9 in termini reali, contro una dinamica complessivadella spesa per consumi pari a -8%. E' quanto emerge dalRapporto annuale sulla situazione del Paese del Censis. "Afronte di una caduta della spesa, si registra pero' unaespansione del significato sociale del rapporto con il cibo,che ci spinge ben oltre la sua funzionalita' generica. Ilsuccesso di vino e cibo italiani nel mondo e' uno degliindicatori piu' significativi del fortissimo appeal del nostrostile di vita come interprete di valori -dalla domanda diqualita' alla sostenibilita' - che nel post crisi sarannosempre piu' importanti nelle culture globali". Per il 51% degliitaliani la tipicita' si sostanzia nel patrimonio culturale,storico e artistico, e per il 50% nel cibo e nel vino. Questoe' ancora piu' vero per i giovani tra i 18 e i 34 anni, per cuil'importanza enogastronomica sale al 55,7%. Il Censis segnalaanche l'acquisto di prodotti a "chilometri zero", entrati ormainel quotidiano della tavola degli italiani in quanto coinvolge18 milioni di cittadini che lo fanno regolarmente e 25,3milioni di tanto in tanto. Colpisce anche il successo dellacucina in gruppi socio-demografici tradizionalmente menopermeabili ad una attivita' per molto tempo inchiodata allapura funzionalita' e alla dimensione di genere. "L'Italian food- spiega il Rapporto - contagia anche i luoghi piu' avanzatidella globalizzazione, costituisce uno dei veicoli primaritramite il quale il nostro paese sta riuscendo a conquistare,con logica di soft power, cuori, menti e portafogli deicittadini a livello planetario". (AGI)Bru