Benigni: "castita' e' virtu' che preti si tramandano di padre in figlio.."

(AGI) - Roma. - La castita' e' "virtu' che i preti sitramandano di padre in figlio...". E' la battuta con cuiRoberto  [...]

(AGI) - Roma, 16 dic. - La castita' e' "virtu' che i preti sitramandano di padre in figlio...". E' la battuta con cuiRoberto Benigni ha scatenato l'applauso del pubblico nellostudio di Cinecitta' dove sta conducendo la seconda serataspeciale, in diretta su Rai1, dedicata ai Dieci Comandamenti.Battuta fatta parlando del sesto comandamento, che una voltarecitava "non commettere atti impuri" ed ora invece e' "nonfare adulterio". Benigni ha aggiunto che "la castita' puo'essere una grande virtu' se praticata con moderazione...". Epoi quella frase 'non commettere atti impuri' ripetuta dalprete al catechismo "mentre ti guardava fisso negli occhi" hafinito "con il rovinare generazioni di ragazzi, compresa lamia. Non potete immaginare lo sforzo per resistere...". "Lapena di morte rimane perche' si vuole mantenere nelle personeun fondo di crudelta', di aberrazione, e' come se dicessero'siete assassini anche voi'". C E la guerra "ci piace, l'uomol'ha inventata e l'ha sempre praticata. Pur di farla poi cidiamo delle giustificazioni morali. L'obiettivo in guerra e' unmucchio di uomini morti". (AGI)