Angelina Jolie: ginecologo, scelta drastica ma con un fondamento

(AGI) - Roma, 24 mar. - "La decisione di Angelina Jolie lasciaapparentemente perplessi, in realta' ha un suo fondamento". Aparlare con l'AGI e' Giovanni Scambia, Direttore delDipartimento Tutela della Salute della Donna e della VitaNascentedel Policlinico Gemelli di Roma, sulla decisione diAngelina Jolie di farsi asportare le ovaie e le tube diFalloppio per ridurre il rischio di tumore, in seguito alladoppia mastectomia a cui si era sottoposta nel maggio 2013."Chi ha mutazioni di questo genere in famiglia, sviluppera'almeno al 50% il cancro ovarico che non si previene perche'quando insorge e'

(AGI) - Roma, 24 mar. - "La decisione di Angelina Jolie lasciaapparentemente perplessi, in realta' ha un suo fondamento". Aparlare con l'AGI e' Giovanni Scambia, Direttore delDipartimento Tutela della Salute della Donna e della VitaNascentedel Policlinico Gemelli di Roma, sulla decisione diAngelina Jolie di farsi asportare le ovaie e le tube diFalloppio per ridurre il rischio di tumore, in seguito alladoppia mastectomia a cui si era sottoposta nel maggio 2013."Chi ha mutazioni di questo genere in famiglia, sviluppera'almeno al 50% il cancro ovarico che non si previene perche'quando insorge e' gia' avanzato. Quindi - commenta Scambia -,chi ha completato la propria storia riproduttiva, quando nonvuole piu' avere figli, puo' legittimamente pensare 'chi me lofa fare?' e sottoporsi all'intervento che lo previene nel 95%dei casi. L'intervento produrra' la menopausa anticipata che sipotra' curare farmacologicamente e, ovviamente, sara' menopericolosa del tumore". Infine il consiglio del professoreGiovanni Scambia e' che "chi sa di avere in famiglia casi diparenti stretti con tumore ovarico si rivolga ad una strutturaspecializzata per farsi consigliare". (AGI)