Alimentari: Faenzi(FI),serve legge anti-sprechi come in Francia

(AGI) - Roma, 23 giu. - L'Italia dovrebbe seguire l'esempiodella Francia nella lotta agli sprechi alimentari nella grandedistribuzione. Ne e' convinta Monica Faenzi di Forza Italia,che annuncia la presentazione alla Camera di una proposta dilegge per introdurre "il divieto per i supermercati di almeno400 mq di distruggere gli alimenti in prossimita' di scadenza ofresco del giorno ma non acquistato". "Sono pienamente d'accordo - afferma Faenzi - con lefinalita' di quanto prevede la legge francese denominata LoiMacron e promossa da Arash Derambarsh, consigliere comunale diCourbevoie, a nord-ovest di Parigi, che costringe i

(AGI) - Roma, 23 giu. - L'Italia dovrebbe seguire l'esempiodella Francia nella lotta agli sprechi alimentari nella grandedistribuzione. Ne e' convinta Monica Faenzi di Forza Italia,che annuncia la presentazione alla Camera di una proposta dilegge per introdurre "il divieto per i supermercati di almeno400 mq di distruggere gli alimenti in prossimita' di scadenza ofresco del giorno ma non acquistato". "Sono pienamente d'accordo - afferma Faenzi - con lefinalita' di quanto prevede la legge francese denominata LoiMacron e promossa da Arash Derambarsh, consigliere comunale diCourbevoie, a nord-ovest di Parigi, che costringe isupermercati francesi a donare il cibo avanzato in beneficenza.E' scandaloso e assurdo che il cibo venga sprecato e in alcunicasi volutamente rovinato, mentre i senzatetto, i poveri e idisoccupati muoiono letteralmente di fame o comunque faticano aprocurarsi da mangiare". "A tal fine le norme indicate nella mia propostaintervengono, cosi' come previsto dalla normativa francese,costringendo i supermercati a stipulare accordi e convenzionicon ong ed enti no-profit che si occupano di distribuzione dialimenti ai meno abbienti, prevedendo anche agevolazionifiscali per le donazioni alimentari, soltanto a conclusionedegli accordi con le associazioni caritative. Per quantoriguarda invece i prodotti irrimediabilmente avariati, i legamidovranno essere stipulati con consorzi agricoli, cosi' datrasformare il cibo non piu' commestibile in compostaggio dacampo o in energia, attraverso processi di metanizzazione. Tutte quelle aziende di distribuzione che non si dovesseroallineare a queste norme rischieranno multe fino a 75mila eurononche' fino a due anni di carcere per i responsabili. Speroche la mia proposta segua il percorso piu' rapidodell'assegnazione in sede legislativa", conclude Faenzi.(AGI)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it