Alimentare: Stefano (Sel), no latte in polvere per fare formaggi

(AGI) - Roma, 3 lug. - "No al tentativo europeo dideregolamentare il nostro ordinamento a scapito delleproduzioni di qualita' del lattiero-caseario che utilizzanolatte 'vero' e non latte in polvere, concentrato o ricostituitoper la produzione di formaggi, cosi' come vorrebbe l'Europa".E' quanto scrive in un'interrogazione al Presidente delConsiglio e al Ministro dell'Agricoltura, il senatore DarioStefano, a seguito della diffida con cui la Commissione Europeaha chiesto all'Italia la fine del divieto di detenzione eutilizzo di latte in polvere, concentrato e ricostituito per lafabbricazione di prodotti lattiero caseari, previsti invece dauna legge

(AGI) - Roma, 3 lug. - "No al tentativo europeo dideregolamentare il nostro ordinamento a scapito delleproduzioni di qualita' del lattiero-caseario che utilizzanolatte 'vero' e non latte in polvere, concentrato o ricostituitoper la produzione di formaggi, cosi' come vorrebbe l'Europa".E' quanto scrive in un'interrogazione al Presidente delConsiglio e al Ministro dell'Agricoltura, il senatore DarioStefano, a seguito della diffida con cui la Commissione Europeaha chiesto all'Italia la fine del divieto di detenzione eutilizzo di latte in polvere, concentrato e ricostituito per lafabbricazione di prodotti lattiero caseari, previsti invece dauna legge italiana del '74. "Il ministro come intende evitareche cio' accada? Il Governo - continua il parlamentare -invochi il principio di sovranita' alimentare, sicurezzaalimentare e di precauzione per scongiurare che questa alchimiagiuridica lobbistica si traduca in realta' ordinamentale".(AGI)