Alimentare: pizza, nasce prima classificazione sui lieviti madre

(AGI) - Roma, 20 ott. - Tra le novita' di PizzaUp, il simposiotecnico sulla pizza italiana che si terra' dal 2 al 4 novembrea Vighizzolo d'Este (Pd) c'e' anche la mappa dei lieviti madrevivi. Martedi' 3 novembre infatti la prof. Ambrogina Pagani e lamicrobiologa Dott. Laura Franzetti del Dipartimento di Scienzeper gli Alimenti, la Nutrizione e l'Ambiente dell'Universita'di Milano in collaborazione con la tecnologa alimentare Dott.Federica Racinelli preleveranno e catalogheranno i campioni dilievito madre dei pizzaioli che partecipano al simposio. "L'iniziativa - spiega Federica Racinelli - ha l'intento diraccogliere e classificare,

(AGI) - Roma, 20 ott. - Tra le novita' di PizzaUp, il simposiotecnico sulla pizza italiana che si terra' dal 2 al 4 novembrea Vighizzolo d'Este (Pd) c'e' anche la mappa dei lieviti madrevivi. Martedi' 3 novembre infatti la prof. Ambrogina Pagani e lamicrobiologa Dott. Laura Franzetti del Dipartimento di Scienzeper gli Alimenti, la Nutrizione e l'Ambiente dell'Universita'di Milano in collaborazione con la tecnologa alimentare Dott.Federica Racinelli preleveranno e catalogheranno i campioni dilievito madre dei pizzaioli che partecipano al simposio. "L'iniziativa - spiega Federica Racinelli - ha l'intento diraccogliere e classificare, in termini tecnici "tipizzare", ilieviti normalmente utilizzati per la pizza che sononotoriamente poco conosciuti, meno ad esempio di quelliutilizzati per la produzione di panettoni. Sara' interessantecapire quali microrganisimi si trovano al loro interno:studiare, catalogare, conoscere consente di valorizzare latradizione del lievito madre in pizzeria che con l'avvento dellievito di birra si era perduta". I campioni saranno analizzati nel laboratoriodell'Universita' di Milano che descrivera' il profilomicrobiologico di ciascuno. Ogni lievito avra' cosi' la suacarta di identita' e tutti insieme comporranno una mappa dellaloro biodiversita'. Per la prima volta a PizzaUp, simposio giunto alla IXedizione, al tavolo dei lavori insieme a pizzaioli provenientida tutta Italia ci saranno anche tre chef stellati: Heinz Beck,Nicola Portinari e Piergiorgio Parini. Tre sono i temi indiscussione quest'anno: Nutrizione, Energia e Terra, i cardinisui quali costruire un'alimentazione quotidiana piu'responsabile. "Riprenderemo - spiega Piero Gabrieli, direttore marketingdel Molino Quaglia - i temi della conoscenza direttadell'origine degli ingredienti e di chi li produce (Terra),della riduzione dello spreco alimentare e dell'uso responsabiledell'energia del cibo (Energia), dell'educazione al gusto comechiave per nutrirsi senza sprechi (Nutrizione). Tre temi dicambiamento chiaramente presenti nel Manifesto della PizzaItaliana Contemporanea, scritto da alcuni tra i piu' importantinomi della critica gastronomica italiana in occasionedell'edizione 2012 di PizzaUp".(AGI)Bru