Alimentare: genitori,per 8 su 10 cibo sotto vetro sicuro per figli

(AGI) - Roma, 1 ott. - La sicurezza alimentare dei bambinipreoccupa sempre di piu' i genitori. Un recente sondaggio harilevato che in Europa 2 genitori su 3 temono che sostanzenocive possano migrare dal contenitore agli alimenti in essocontenuti. Una sicurezza pero' , spiega Assovetro, viene daicontenitori in vetro, un materiale al 100% naturale e inerte,qualita' queste ampiamente riconosciute, tanto che 8 genitoriitaliani su 10 (79%) affermano di preferire i cibi per bambiniconservati in vetro e di evitare, per il 62%, l'acquisto dialimenti per bambini in plastica o in altri materiali diversi

(AGI) - Roma, 1 ott. - La sicurezza alimentare dei bambinipreoccupa sempre di piu' i genitori. Un recente sondaggio harilevato che in Europa 2 genitori su 3 temono che sostanzenocive possano migrare dal contenitore agli alimenti in essocontenuti. Una sicurezza pero' , spiega Assovetro, viene daicontenitori in vetro, un materiale al 100% naturale e inerte,qualita' queste ampiamente riconosciute, tanto che 8 genitoriitaliani su 10 (79%) affermano di preferire i cibi per bambiniconservati in vetro e di evitare, per il 62%, l'acquisto dialimenti per bambini in plastica o in altri materiali diversidal vetro. Il vetro e' infatti percepito dagli europei come ilmateriale da imballaggio a "prova di migrazioni pericolose";otto consumatori su dieci - oltre 9 per l'Italia - ritengonoche le interazioni di sostanze chimiche costituiscano unpericolo per la salute. Secondo il sondaggio gli italianipreferiscono il vetro a tutti gli altri materiali, sia percontenere gli alimenti (consenso del 53% degli intervistati),sia per contenere bevande (76%). Le qualita' del vetro, l'unicocontenitore adatto per cuocere e per conservare il cibo, sonostate testate "dal vivo" in occasione del Glassware Party "GliinVasati", l'evento, organizzato da Assovetro, che ha messoalla prova mamme blogger e food blogger con ricette preparatein vetro sotto la supervisione dello chef Fabio Campoli.L'intento di questa cooking class e' stato quello di ampliarela visione del consumatore sull'utilizzo culinario del vetro.Il contenitore in vetro e' infatti indispensabile in cucina,utile per mantenere piu' a lungo le temperature fredde o calde,per cuocere gli alimenti, per conservare il gusto ed il saporedegli ingredienti senza alterarli, per conservare qualsiasialimento, sia esso confezionato e acquistato in negozio, siaesso prodotto in casa e custodito nelle dispense."I dati del sondaggio ci confermano -ha detto Giuseppe Pastorino, Presidente della Sezionecontenitori di Assovetro - che il vetro e' il materialepreferito dai consumatori per quanto riguarda la tutela dellasalute e, soprattutto, la salute dei bambini. Questa lezione dicucina mette in luce tutte le qualita' del vetro, la suaduttilita', le sue doti per la conservazione degli alimenti eil suo alto contenuto estetico. Proprio per queste sue qualita'sono anche convinto che il vetro e' il materiale migliore pervalorizzare l'immagine dei prodotti Made in Italy". Per coinvolgere sempre di piu' i frequentatori dei SocialNetwork e' stata lanciata all'inizio di settembre l'applicazione di Facebook "Cucina sotto vetro", a cui siaccede dalla pagina Facebook di Friends of Glass(www.facebook.com/friendsofglassitalia) Questa applicazione consente agli utenti di Facebook dicaricare e di condividere con la Community le proprie ricettesotto vetro. Fra queste, tutti potranno votare la ricetta chepreferiscono e la vincitrice avra' grande visibilita' sul sitodi Friends of Glass (www.friendsofglass.com/it) "Il vetro - ha detto il nutrizionista e dietologo, GiorgioCalabrese - e' il contenitore piu' sicuro. Oggi il problema delpackaging e' molto sentito e sicuramente il vetro garantisceuna corretta ed attenta conservazione degli alimenti perprevenire patologie e godere realmente dei benefici di unregime alimentare equilibrato e salubre. Il vetro rispondeinfatti alle istanze di igiene e sicurezza in quanto evita ogniproblema di cessione quando contiene cibo e liquidi e questosia ad alta che a bassa temperatura".