Alimentare: dolci trapanesi in lista tipicita' del Ministero

(AGI) - Trapani, 10 dic. - I "cosi duci" o "cosi di ficu",dolci tipici dell'Agro Ericino compreso il Comune diCastellammare del Golfo (Trapani) entrano a far partedell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali italianidal Ministero delle Politiche Agricole. Si tratta di ricettenatalizie prodotte un tempo esclusivamente in famiglia, dalledonne, che abilmente intarsiavano la pasta ripiena di fichicreando un dolce artisticamente cesellato e dal gustoarticolato che spazia dai sapori dei fichi a quelli degligrumi. Le "cosi duci" o "cosi di ficu" saranno inseriti nellasezione dedicata alla Regione siciliana, al numero 128, nellatipologia

(AGI) - Trapani, 10 dic. - I "cosi duci" o "cosi di ficu",dolci tipici dell'Agro Ericino compreso il Comune diCastellammare del Golfo (Trapani) entrano a far partedell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali italianidal Ministero delle Politiche Agricole. Si tratta di ricettenatalizie prodotte un tempo esclusivamente in famiglia, dalledonne, che abilmente intarsiavano la pasta ripiena di fichicreando un dolce artisticamente cesellato e dal gustoarticolato che spazia dai sapori dei fichi a quelli degligrumi. Le "cosi duci" o "cosi di ficu" saranno inseriti nellasezione dedicata alla Regione siciliana, al numero 128, nellatipologia "paste fresche e prodotti della panetteria dellabiscotteria, della pasticceria e della confetteria". Nellarichiesta di inserimento tra i dolci tradizionali sono statiforniti i dettagli e gli ingredienti della ricetta tradizionalee tipica: farina, strutto, fichi macinati, scorze di agrumiessiccati al sole o al forno e macinati (arance, limoni,mandarini), vino cotto? "L'impasto di farina lavorato nellamadia e steso col mattarello veniva ridotto allo spessore di2/3 millimetri. Oggi viene utilizzata la sfogliatrice. Leforme, realizzate attraverso l'intaglio del rotolo di pasta efichi, riproducono palme, fiori, campane, uccelli, frutti,cesti, come nella porcellana, con ispirazione estemporaneasecondo l'estro del momento stesso in cui la lavorazione sirealizza, anche sotto gli umori e l'allegria circostanti".(AGI)