Agroalimentare: Sardegna promuove panificazione tradizionale

(AGI) - Cagliari, 15 giu. - Da un recente studio europeo emergeche la Sardegna possiede circa l'80% dei pani tipici italiani.Il restante 20% si produce in prevalenza nel Sud Italia. LaRegione conta cosi' di proporre all'Unesco la candidatura deipani tipici sardi come patrimonio immateriale della tradizione. E nel giorno in cui al padiglione Italia dell'Expo diMilano si celebra la festa del pane, a Cagliari l'assessoreregionale al Turismo e Artigianato, Francesco Morandi presentail progetto sulla panificazione tradizionale, promosso dallaRegione, "In nome del pane". Dal prossimo 12 luglio e per duemesi, sino a

(AGI) - Cagliari, 15 giu. - Da un recente studio europeo emergeche la Sardegna possiede circa l'80% dei pani tipici italiani.Il restante 20% si produce in prevalenza nel Sud Italia. LaRegione conta cosi' di proporre all'Unesco la candidatura deipani tipici sardi come patrimonio immateriale della tradizione. E nel giorno in cui al padiglione Italia dell'Expo diMilano si celebra la festa del pane, a Cagliari l'assessoreregionale al Turismo e Artigianato, Francesco Morandi presentail progetto sulla panificazione tradizionale, promosso dallaRegione, "In nome del pane". Dal prossimo 12 luglio e per duemesi, sino a settembre, ogni settimana otto Comuni sardi, unoper provincia, prepareranno in piazza i pani tipici, artisticie tradizionali della propria zona da offrire e far conoscere avisitatori e turisti. Il progetto, realizzato incollaborazione con l'Unione delle Pro Loco della Sardegna e coni musei del pane di Borore, Monteleone Roccadoria e Olmedo,punta a recuperare le modalita' e la preparazione, dallalavorazione alla cottura, che si tramandano da secoli "ma chesono a rischio di estinzione", ha sottolineato l'assessore. "L'iniziativa ha un alto valore turistico per l'animazioneterritoriale che sara' messa in campo", ha evidenziato Morandi,"e offre un'importante opportunita' di raccontare il territorioattraverso il cibo, di cui il pane e' il primo simbolo". Negli intenti dell'assessorato il progetto e' la primaedizione di un percorso che si svolgera' ogni anno tra maggio esettembre. (AGI)Ca6/Rob

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it