Agroalimentare: oltre 60mila controlli e 32 mln beni sequestrati

(AGI) - Roma, 18 set. - Oltre 60mila controlli (per l'esattezza61.317), sequestri per un valore di 32 milioni di euro, 6milasanzioni amministrative e 835 segnalazioni all'autorita'giudiziaria. Sono i risultati ottenuti nei primi 8 mesi del2014 dai soggetti preposti ai controlli nel compartoagroalimentare (Icqrf, Corpo forestale dello Stato, Nac eGuardia Costiera). I dati sono stati presentati oggi a Romaalla presenza del ministro Maurizio Martina, che hasottolineato come l'Italia rappresenti un'eccellenza nel campodei controlli sull'agroalimentare: "Non e' un caso se da tuttoil mondo vengono a studiare il nostro sistema di controllo che,

(AGI) - Roma, 18 set. - Oltre 60mila controlli (per l'esattezza61.317), sequestri per un valore di 32 milioni di euro, 6milasanzioni amministrative e 835 segnalazioni all'autorita'giudiziaria. Sono i risultati ottenuti nei primi 8 mesi del2014 dai soggetti preposti ai controlli nel compartoagroalimentare (Icqrf, Corpo forestale dello Stato, Nac eGuardia Costiera). I dati sono stati presentati oggi a Romaalla presenza del ministro Maurizio Martina, che hasottolineato come l'Italia rappresenti un'eccellenza nel campodei controlli sull'agroalimentare: "Non e' un caso se da tuttoil mondo vengono a studiare il nostro sistema di controllo che,spesso, va anche oltre i requisiti previsti dall'Ue. Possiamoquindi dire - ha proseguito il ministro - che siamo alla testadi un sistema che non ha eguali all'interno dell'Ue e questo civiene riconosciuto anche dalla Commissione europea". Martina haquindi spiegato che "continueremo il nostro impegno su unduplice binario: il primo e' un ulteriore rafforzamento deicontrolli, l'altro e' la semplificazione della vita per leaziende". Il ministro ha infine annunciato che entro la finedel mese "presenteremo al ministero dell'Interno la bozza deldecreto di attuazione del Registro Unico dei Controlli,strumento fondamentale per efficientare le relazioni traimprese e Pubblica Amministrazione con il doppio obiettivo dirafforzare i controlli e di snellire la burocrazia". (AGI)Rma/Bru