Agroalimentare: Martina, settore fa segnare record per export

(AGI) - Roma, 17 set. - "L'export agroalimentare continua lasua corsa superando quota 21 miliardi di euro nei primi 7 mesidel 2015. Un risultato straordinario che esprime tutta la forzadi questo settore. Siamo in linea con il nostro obiettivo diraggiungere i 50 miliardi nel 2020 e 36 miliardi entro l'anno". Lo ha detto il Ministro delle politiche agricole alimentarie forestali, Maurizio Martina, commentando i dati sul commercioestero diffusi oggi dall'Istat. "Si tratta di un successo senza precedenti, ma che possiamoancora migliorare aiutando le aziende a guardare al mondo e aconquistare nuovi spazi

(AGI) - Roma, 17 set. - "L'export agroalimentare continua lasua corsa superando quota 21 miliardi di euro nei primi 7 mesidel 2015. Un risultato straordinario che esprime tutta la forzadi questo settore. Siamo in linea con il nostro obiettivo diraggiungere i 50 miliardi nel 2020 e 36 miliardi entro l'anno". Lo ha detto il Ministro delle politiche agricole alimentarie forestali, Maurizio Martina, commentando i dati sul commercioestero diffusi oggi dall'Istat. "Si tratta di un successo senza precedenti, ma che possiamoancora migliorare aiutando le aziende a guardare al mondo e aconquistare nuovi spazi di mercato. La spinta di Expo nei tremesi da maggio a luglio - ha aggiunto il Ministro -e' evidente,soprattutto su alcuni mercati strategici. Per rafforzare ancorai risultati stiamo attuando con il Ministero dello Sviluppoeconomico il piano di internazionalizzazione che contiene delleazioni forti di attacco all'Italian sounding nel mondo". Sul mercato degli Stati Uniti in occasione del ColumbusDay, ha spiegato Martina, "il 12 ottobre, partira'un'importantissima campagna contro il falso Made in Italy coninvestimenti per 50 milioni di euro e sulla quale abbiamolavorato con il Vice Ministro Carlo Calenda. Dobbiamocontinuare a promuovere l'eccellenza dei prodotti italiani, perquesto motivo proprio in questi giorni a Mosca l'Italia hapartecipato con un proprio padiglione, presentando anche ilsegno unico distintivo "The Extraordinary Italian Taste", alWorld Food, una delle maggiori fiere specializzate russe. Unapresenza significativa perche', nonostante la complessasituazione che stiamo vivendo, l'Italia continua a ricoprire unruolo importante tra i Paesi fornitori della federazione russaed e' fondamentale continuare a presidiare anche questomercato".(AGI)Bru