Agroalimentare: Coldiretti Marche, +30% produzione olio

(AGI) - Pesaro, 12 ott. - Nelle Marche, la produzione di oliod'oliva aumentera' del 30% rispetto allo scorso anno e sara' diqualita' ottima. La previsione e' della Coldiretti regionale,sulla base dei dati relativi all'avvio delle prime operazioninegli uliveti e la contemporanea apertura dei frantoi. Rispettoallo scorso anno, uno dei piu' neri della storiadell'olivicoltura marchigiana, con raccolti pressoche'dimezzati, la produzione 2015 dovrebbe risalire a circa 21 milaquintali, pur rimanendo sotto la media storica. In compenso,annuncia Coldiretti Marche, la qualita' delle olive e' ottimagrazie anche al caldo, che ha limitato gli attacchi

(AGI) - Pesaro, 12 ott. - Nelle Marche, la produzione di oliod'oliva aumentera' del 30% rispetto allo scorso anno e sara' diqualita' ottima. La previsione e' della Coldiretti regionale,sulla base dei dati relativi all'avvio delle prime operazioninegli uliveti e la contemporanea apertura dei frantoi. Rispettoallo scorso anno, uno dei piu' neri della storiadell'olivicoltura marchigiana, con raccolti pressoche'dimezzati, la produzione 2015 dovrebbe risalire a circa 21 milaquintali, pur rimanendo sotto la media storica. In compenso,annuncia Coldiretti Marche, la qualita' delle olive e' ottimagrazie anche al caldo, che ha limitato gli attacchi della moscaolearia. Proprio la mosca era stata, assieme al maltempo, unadelle cause del crollo produttivo fatto registrare lo scorsoanno. Per Tommaso Di Sante, presidente dell'associazione, sitratta di "una buona notizia per un settore che, in questianni, e' diventato sinonimo di alta qualita' grazie al lavoroeffettuato dalle nostre aziende sulle tecniche di raccolta, lalavorazione immediata, l'ammodernamento degli impianti, assiemealla scelta di puntare sulle cultivar del territorio e sulmonovarietale, come segno distintivo nei confronti delconsumatore". Secondo un'analisi Coldiretti su dati Istat, leaziende olivicole nelle Marche sono circa 22 mila su unasuperficie di circa 10 mila ettari di oliveti, con 160 frantoiattivi; per quanto riguarda il biologico, la aziende sono1.000, per una superficie di circa 1.600 ettari. Il valoredella produzione olivicola e' di 20 milioni di euro, mentrequello dell'export ammonta a 2 milioni di euro. Le Marchevantano anche due Dop nel settore olivicolo: l'Olio diCartoceto Dop e l'Oliva Ascolana del Piceno Dop. (AGI)