Agricoltura: Nicoli, in Veneto pesa stop export in Russia

(AGI) - Roma, 10 ott. - Il sistema agricolo veneto risentedello stop all'export verso la Russia. Lo ha detto il Presidente di Confagricoltura veneta,LorenzoNicoli, nel corso di un incontro a cui ha partecipato ilPresidente nazionle Mario Guidi. "Se alcuni settori vanno fortunatamente bene, come per laviticoltura con il Prosecco e il Soave, la crisi, il bloccodelle esportazioni in Russia, il calo dei consumi, - haspiegato - ha messo in difficolta' vari comparti come quellidella frutticoltura, del latte e della carne. Si pensi al ruolostrategico del settore lattiero-caseario che e' in manieraindissolubile

(AGI) - Roma, 10 ott. - Il sistema agricolo veneto risentedello stop all'export verso la Russia. Lo ha detto il Presidente di Confagricoltura veneta,LorenzoNicoli, nel corso di un incontro a cui ha partecipato ilPresidente nazionle Mario Guidi. "Se alcuni settori vanno fortunatamente bene, come per laviticoltura con il Prosecco e il Soave, la crisi, il bloccodelle esportazioni in Russia, il calo dei consumi, - haspiegato - ha messo in difficolta' vari comparti come quellidella frutticoltura, del latte e della carne. Si pensi al ruolostrategico del settore lattiero-caseario che e' in manieraindissolubile legato ai pascoli e al territorio e che e' per ilVeneto molto importante tanto che siamo il terzo produttoreitaliano di latte e formaggi". Nicoli ha ricordato poi l'importanza dell'agricolturaregionale che laai vertici di quella nazionale. Infatti, ha spiegato, "il Veneto e' il primo esportatore divino d'Italia, e' ai primi posti per i prodotti ortofrutticoli,leader nazionale per la produzione di soia e mais destinatoall'industria mangimistica, secondo produttore di latte ecarne, ai vertici per la troticoltura, terzo produttore dilatte e formaggi. Non dobbiamo inoltre dimenticare leimportanti filiere della suinicoltura e degli avicunicoli". Inoltre, il Veneto produce vari prodotti tipici ed'indubbia qualita' come il Fagiolo di Lamon e il gialetbellunese, le mele di Faller, i formaggi di malga fatti a lattecrudo, il'mais sponcio' di Feltre, il Biancoperla delVicentino, il mais Marano, il riso della la Bassa Veronese, conil Vialone Nano e quello del Delta del Po con denominazioni diorigine protetta, l'olio Veneto e del Garda di riconosciutaqualita' protetto con due Dop, i mieli, il pescedell'acquacoltura del Delta del Po, e altre colture come ilsorgo, l'avena, il grano saraceno. "Tutti prodotti di pregio edi indubbia tipicita' - ha aggiunto il Presidente diConfagricoltura Veneta - e qualita' garantita".(AGI)Bru