Agricoltura: Martina, anche nel Casertano pezzo futuro italiano

(AGI) - Caserta, 23 set. - E' andato a Parete, nel Casertano,"soprattutto per rendicontare il lavoro fatto in questi 5 mesie dire che le istituzioni quando lavorano insieme portano acasa il risultato", il ministro delle Politiche agricoleMaurizio Martina. La sua visita e' alla cooperativa Sole,azienda leader italiana nella produzione di fragole con unfatturato di oltre 27 milioni di euro, di cui il 33% in export."Credo che siamo un buon esempio di un meccanismo che producerisultati - continua il ministro - qui c'e' un pezzo di futurodell'agroalimentare non solo campano o casertano,

(AGI) - Caserta, 23 set. - E' andato a Parete, nel Casertano,"soprattutto per rendicontare il lavoro fatto in questi 5 mesie dire che le istituzioni quando lavorano insieme portano acasa il risultato", il ministro delle Politiche agricoleMaurizio Martina. La sua visita e' alla cooperativa Sole,azienda leader italiana nella produzione di fragole con unfatturato di oltre 27 milioni di euro, di cui il 33% in export."Credo che siamo un buon esempio di un meccanismo che producerisultati - continua il ministro - qui c'e' un pezzo di futurodell'agroalimentare non solo campano o casertano, ma italiano".La questione principale per il ministro "e' capire che abbiamoun settore cambiato, dove il tema organizzativo dell'impresa e'un tema sempre aperto. In questo devi avere le istituzioniaccanto per fare il salto successivo: campo libero e' questo.Abbiamo prodotto un punto di partenza, un punto fondamentalesull'occupazione come gli sconti Irap e una novita' sullacompetitivita' perche' disegna un progetto agricolo nazionale.Ci sono tante altre cose che dobbiamo fare, ma abbiamosicuramente messo in campo un meccanismo virtuoso". "Spero si possa creare un'interazione tra la RegioneCampania ed Expo, sarebbe importantissimo. E' importante -ribadisce Martina - non chiudersi nel fortino del ministero, mastare sul territorio con un continuo contatto con la realta'".Il ministro si sofferma ancora sulla questione Terra deifuochi. "Ha creato dei problemi veri - dice - ma la nostraattenzione non e' calata, anzi, tutti i giorni ci poniamo ilproblema di come migliorare le azioni di intervento. Abbiamofatto un buon lavoro assegnando alla Forestale le attivita' dicoordinamento. A breve convocheremo un tavolo al ministero perlo step successivo. E' importante la continuita' del lavoro,del controllo. Ci siamo dati un metodo, delle risorse, ed e'bene proseguire in questa direzione. Le cose fatte in questimesi vanno oltre le parole e gli annunci". (AGI)Ce2/Lil