Whatsapp bloccato per ore. Facebook si scusa, ma non spiega perché

Interviene persino Mark Zuckerberg, mentre su Twitter si scatenano l'ironia e le proteste

Whatsapp bloccato per ore. Facebook si scusa, ma non spiega perché

Facebook si è scusata per il blackout globale di Whatsapp che per diverse ore ha messo fuori uso la sua app di messaggistica gratuita via smartphone. In Italia è andata offline dalle 22,30 e solo intorno alle due di notte ha ripreso a funzionare, ma problemi si sono registrati anche nel resto d'Europa, negli Stati Uniti, in Canada, in Brasile e in India.

Nella notte arrivano le scuse. Senza spiegazioni

"Gli utenti di ogni parte del mondo non hanno avuto accesso a Whatsapp per alcune ore", hanno ammesso in un comunicato i responsabili della app di messaggistica, "ora abbiamo risolto il problema e ci scusiamo per il disagio".


Whatsapp non ha precisato quale sia stato il problema, che ha riguardato sia i sistemi operativi mobile di Apple, Google Android e Microsoft, impedendo di inviare o ricevere messaggi o chiamate.
Su Twitter ha subito spopolato l'hashtag #whatsappdown con il racconto dei vani tentativi di spegnere e riaccendere più volte lo smartphone o di scaricare e reinstallare l'app. In molti hanno criticato la scarsa attivita' di Whatsapp sui social media.

Proprio su Twitter, l'account che dovrebbe fornire informazioni sullo status della app di messaggistica non viene aggiornato da tre anni, ovvero da quando fu concordata la vendita a Facebook per 22 milioni di dollari.

L'ultimo tweet sull'account principale risale ad agosto. Persino la pagina Facebook della app è poco aggiornata e non ha fornito informazioni sul 'blackout'.
Non è la prima volta negli ultimi tempi che si riscontrano problemi su Whatsapp. La notizia giunge proprio mentre la casa madre Facebook ha annunciato una trimestrale record con 3,06 miliardi di dollari di profitti e nel momento più delicato della battaglia ingaggiata con l'app rivale Snapchat