Antifurto, casa a prova di ladro con meno di mille euro

In Italia un furto in casa ogni due minuti, più della metà commessi da stranieri. Asti, Pavia e Torino le province più colpite. Per proteggersi sensori, telecamere e sirene

Antifurto, casa a prova di ladro con meno di mille euro
  rapinatore rapinatori ladri furti scasso villa

Roma - In Italia viene svaligiata una casa ogni due minuti e chi se la passa peggio sono gli abitanti di Asti, Pavia e Torino: le province più colpite. A fine 2015 il fenomeno dei topi d'appartamento era in forte crescita a Milano (+229%), Firenze (+177%), Roma (+120%) e Bologna (+104%)


Quanti sono i furti in casa

  • 689 al giorno
  • Uno ogni due minuti.
  • In dieci anni sono più che raddoppiati: erano 110.887 nel 2004 e 251.422 nel 2013, con una crescita del 126,7%
  • Dal 2013 al 2014 l'incremento è stato del 5,9%.
    • totale reati +19,6%
    • furti nel complesso +6%
    • furti di autoveicoli -32,2% 
    • omicidi -29,7%

Dove si ruba di più

  • Nel Nord-Ovest i furti in abitazione sono stati 92.100, aumentati del 151% nel decennio.
  • Oltre il 20% dei furti è avvenuto in tre province 
    • Milano (19.214 reati),
    • Torino (16.207)
    • Roma (15.779)

I ladri sono soprattutto stranieri

  • 54,2% (8.627 persone) dei denunciati  
  • 62% (4.112) degli arrestati (+31,4% solo nell'ultimo anno),
  • 42,3% (1.493) dei detenuti

I ladri scelgono sempre di più le abitazioni private perché oggi negozi, banche, uffici postali e strade commerciali sono maggiormente dotati di sistemi di sicurezza, come le telecamere, in grado di scoraggiare chi vuole commettere il reato o di individuarne il responsabile. E anche perché si è certi di trovare nelle case un bottino da portare via, soprattutto in una stagione di crisi e di forte incertezza riguardo al futuro, in cui gli italiani hanno ridotto i consumi e hanno preferito tenere i propri risparmi 'sotto il materasso'.

L'Italia è al sesto posto in Europa per numero di furti e rapine in abitazione: 4 ogni mille abitanti rispetto alla media europea di 2,9 (i dati di comparazione internazionale sono riferiti all'anno 2012).

Più insicuri dell'Italia

  • Grecia (7,9 reati ogni mille abitanti),
  • Danimarca (7,8),
  • Belgio (7,2),
  • Paesi Bassi (6,7)
  • Irlanda (6,1). 

Porte blindate e grate alle finestre non sembrano essere più dissuasori efficaci e nemmeno abitare in un piano alto mette al riparo: si moltiplicano nelle metropoli i casi di ladri acrobati che, sfruttando qualunque appiglio, fanno impallidire l’Uomo Ragno. La difesa, quindi, si sposta all’interno delle abitazioni con sensori su porte e finestre, rilevatori di movimento e  telecamere sempre più sofisticate. Mettere in sicurezza la casa un tempo era costoso e laborioso, oggi sono molte le aziende di elettronica che hanno messo a punto pacchetti completi che si possono installare con meno di mille euro e senza essere esperti di informatica.

Avidsen, propone un kit di allarme composto da una centralina che può essere controllata tramite telecomando, identificazioni a frequenze radio, tastiera wireless e tastiera sul pannello di controllo della centrale, oltre che via telefono o smartphone, tramite SMS, chiamata e App iOS/Android. Può gestire oltre 150 accessori wireless tra cui rilevatori di movimento, sensori porte e/o finestre, sirene interne ed esterne, telecamere IP, telecomandi e tag RFID. Il prezzo è di 279,90 euro. L’app Avidsen Security non richiede particolari connessioni remote in quanto si basa su tecnologia GSM, né necessita fasi di registrazione su server per poter essere utilizzata. Ciò garantisce una maggiore affidabilità e la totale tutela della Privacy.

È possibile armare la centrale in modalità parziale o totale, disarmarla, verificarne lo stato, impostare vari settaggi (numeri di telefono/SMS per ottenere i feedback in caso di allarme, rinominare i sensori, impostare la sirena, il codice utente, ecc), interagire con la telecamera per visualizzare l’ambiente monitorato e comunicare con esso grazie al controllo audio bi-direzionale. 

Più sofisticato è il kit Netatmo il cui fulcro è Welcome, la videocamera di sicurezza interna con riconoscimento facciale. Riconosce i volti che vede e invia i nomi delle persone identificate allo smartphone dell’utente e lo avvisa su chi è in casa: se i propri cari o un estraneo.  I video vengono archiviati automaticamente sull’account Dropbox dell’utente, come soluzione di back-up sicura e gratuita e gli utenti possono condividerli facilmente con i propri parenti. Sia dall’App di Welcome che da quella di Dropbox, possono controllare le loro registrazioni, anche quelle più vecchie, ovunque si trovino e anche se la loro videocamera è scollegata. E’ possibile salvare i video di Welcome sulla card micro SD inclusa nella videocamera o trasferirli automaticamente al server FTP personale. Inoltre il sensore di temperatura e di fumo permette di avvertire l’utente se in casa propria – o addirittura in quella del vicino – si è sviluppato un incendio.

Welcome può essere collegata ai Tags Netatmo, sensori di sicurezza impermeabili per porte e finestre che avvertono l'utente quando si verifica un movimento nei punti d’ingresso di casa, anche prima che avvenga un’intrusione, resistono ai raggi UV, alla pioggia, al vento e possono essere collocati fino a 80 metri di distanza dalla videocamera.  La videocamera  Welcome è in vendita a 199 euro, lo spazio Dropbox è disponibile gratuitamente tramite l’aggiornamento automatico dell’ App di Welcome. E i tag sono in vendita in kit da 3 a 99,99 euro.  L’app è compatibile con iPhone da iOS 8 e superiori, e Android da 4.3 e superiori. Gli utenti possono accedere dal loro smartphone, tablet, PC/Mac o Apple Watch.

Anche D-Link ha immesso sul mercato un Home Security Starter Kit per proteggere la casa  tramite l’app mydlink Home. Il kit include quattro dispositivi controllabili da smartphone e tablet: un Connected Home Hub Z-Wave, una Videocamera Monitor HD (è disponibile anche una videocamera 180 gradi), una Sirena Z-Wave, e un Sensore per Porte e Finestre Z-Wave. Il Connected Home Hub è il cuore del sistema,  si collega a un router già esistente e supporta qualsiasi dispositivo mydlink Home presente nella rete.

Questi dispositivi possono essere impostati per interagire tra loro, attivarsi in simbiosi in caso di intrusione e inviare notifiche direttamente sullo smartphone del proprietario. Ad esempio, il sensore a batteria rileva l’apertura di infissi, la temperatura e la luminosità. avverte automaticamente dell’apertura di porte e finestre, e può essere utilizzato anche con credenze, casseforti o armadietti delle medicine. Può anche essere impostato al fine di far suonare la Sirena, alimentata da una batteria di back-up opzionale. La Videocamera HD Monitor permette di sorvegliare in HD ciò che sta accadendo a casa in qualsiasi momento, giorno e notte, e catturare screenshot dell’inquadratura in caso di intrusione. Il kit DCH-107KT ha un prezzo consigliato di  249,99 euro. (AGI)