Urbanistica: Clos (Onu), citta' centro sviluppo sostenibile

(AGI)- Napoli, 18 lug. - Le citta' come motore di svilupposostenibile e centro attrattivo culturale. Il direttoreesecutivo dell'agenzia Onu Un-Habitat, Joan Clos, a Napoli fail punto con il presidente della Regione Campania, StefanoCaldoro, sugli eventi collegati al Forum delle Culture inpreparazione della conferenza internazionale che si terra' aCaserta dal 15 al 18 ottobre prossimi. "La crescita urbanistica- spiega Clos - puo' portare sviluppo e prosperita' secorrisponde a un'idea sostenibile. Diversamente una crescitadisordinata puo' portare problemi". Nei prossimi 20 anni, secondo l'agenzia Onu, 2 miliardi dipersone vivranno nei centri urbani con

(AGI)- Napoli, 18 lug. - Le citta' come motore di svilupposostenibile e centro attrattivo culturale. Il direttoreesecutivo dell'agenzia Onu Un-Habitat, Joan Clos, a Napoli fail punto con il presidente della Regione Campania, StefanoCaldoro, sugli eventi collegati al Forum delle Culture inpreparazione della conferenza internazionale che si terra' aCaserta dal 15 al 18 ottobre prossimi. "La crescita urbanistica- spiega Clos - puo' portare sviluppo e prosperita' secorrisponde a un'idea sostenibile. Diversamente una crescitadisordinata puo' portare problemi". Nei prossimi 20 anni, secondo l'agenzia Onu, 2 miliardi dipersone vivranno nei centri urbani con evidenti conseguenzenell'espansione urbanistica. Dal Forum delle Culture dovrannoquindi emergere le proposte per indirizzare al meglio lacrescita delle citta'. Diversita' culturale, svilupposostenibile, condizioni per la pace e conoscenza: su questigrandi temi si concentrano gli eventi organizzati in ottocitta' campane coinvolte nel Forum. Ascea, Benevento,Casalvelino, Caserta, Ercolano, Pompei e Ravello possiedono isiti compresi del patrimonio Unesco che hanno gia' ospitato eospiteranno gli eventi del Forum delle Culture. "Eravamopartiti con poche risorse - sottolinea Caldoro - e abbiamoraggiunto risultati importanti. Abbiamo per questo ricevuto unriconoscimento internazionale". Grazie al Forum infatti e'stato possibile riaprire il teatro grande di Pompei e altrisiti hanno raccolto interesse. (AGI).