Tumori: nuova combinazione farmaci per melanoma metastatico

(AGI) - Madrid, 29 set. - Una nuova combinazione di farmaci percombattere il melanoma metastatico, una forma di tumore cutaneomolto grave che se non trattato puo' essere fatale. A Madrid,all'Esmo (congresso europeo di oncologia medica) sono statipresentati i dati dello studio di fase III coBRIM (pubblicatocontemporaneamente sul New England Journal of Medicine), in cuie' dimostrato che l'associazione di cobimetinib piu'vemurafenib ha ridotto della meta' il rischio di progressionedella malattia rispetto alla monoterapia con vemurafenib.Questi due farmaci usati in combinazione hanno introdotto unanovita' importante: la possibilita' di poter colpirecontemporaneamente le

(AGI) - Madrid, 29 set. - Una nuova combinazione di farmaci percombattere il melanoma metastatico, una forma di tumore cutaneomolto grave che se non trattato puo' essere fatale. A Madrid,all'Esmo (congresso europeo di oncologia medica) sono statipresentati i dati dello studio di fase III coBRIM (pubblicatocontemporaneamente sul New England Journal of Medicine), in cuie' dimostrato che l'associazione di cobimetinib piu'vemurafenib ha ridotto della meta' il rischio di progressionedella malattia rispetto alla monoterapia con vemurafenib.Questi due farmaci usati in combinazione hanno introdotto unanovita' importante: la possibilita' di poter colpirecontemporaneamente le due proteine immediatamente a valle dellaPathway, ovvero Braf e Mek, potenziando l'efficacia. I duefarmaci quindi vanno a colpire in modo selettivo le dueproteine, riducendo anche gli effetti collaterali. Si prevede che il numero di persone colpite da melanomaraddoppiera' entro il 2019, passando da 138mila a 227mila nuovicasi l'anno. Quando il melanoma viene diagnosticatoprecocemente e' generalmente una malattia curabile. Tuttavia senon diagnosticato o non trattato, il melanoma puo' diffondersiad altre parti dell'organismo, come fegato, polmoni, ossa ecervello. Il melanoma metastatica e' il melanoma che si e'diffuso ad altri organi, difficile da trattare con terapieconvenzionali. I risultati dello studio coBRIM sono quindiimportanti perche' la terapia combinata di cobimetinib piu'vemurafenib aumenta la sopravvivenza media libera daprogressione della malattia di 9,9 mesi rispetto a 6,2 mesi consolo vemurafenib. Roche ha presentato alla Ue la richiesta diautorizzazione alla commercializzazione di cobimetinib piu'vemurafenib per il trattamento del melanoma metastaticopositivo alla mutazione di Braf V600. (AGI) .