Tumori: al via campagna per prevenzione tra anziani

(AGI) - Roma, 15 ott. - "La lotta al cancro non ha eta'": e' laprima campagna di sensibilizzazione e prevenzione dei tumorinell'anziano che lancia la Fondazione 'Insieme contro ilcancro'. Presentata questa mattina al Senato, la campagna siterra' dal 19 al 25 ottobre e tutti i cittadini potranno donare2 euro da sms o con una chiamata da rete fissa al numero 45503.Con i fondi raccolti, ha spiegato il professor FrancescoCognetti, presidente della Fondazione, saranno realizzatenumerose attivita', dalla diffusione di opuscoli esclusivamentevolti agli anziani sugli stili di vita e sugli screening aicorsi

(AGI) - Roma, 15 ott. - "La lotta al cancro non ha eta'": e' laprima campagna di sensibilizzazione e prevenzione dei tumorinell'anziano che lancia la Fondazione 'Insieme contro ilcancro'. Presentata questa mattina al Senato, la campagna siterra' dal 19 al 25 ottobre e tutti i cittadini potranno donare2 euro da sms o con una chiamata da rete fissa al numero 45503.Con i fondi raccolti, ha spiegato il professor FrancescoCognetti, presidente della Fondazione, saranno realizzatenumerose attivita', dalla diffusione di opuscoli esclusivamentevolti agli anziani sugli stili di vita e sugli screening aicorsi di cucina in un tour itinerante nei centri anziani ditutta Italia, dove oncologi e cuochi insegneranno insieme amangiare cibi sani, nelle giuste dosi e cottura. Inoltre, ha proseguito Cognetti, saranno attivati progettipilota per favorire l'esercizio fisico nella terza eta' esaranno organizzati corsi per i familiari dei pazienti pergarantire loro una migliore assistenza anche al propriodomicilio. La Rai contribuira' alla campagna con degli spaziall'interno di numerose trasmissioni su tutti i canali. "Ognigiorno, nel nostro Paese, mille persone si ammalano di tumore.La meta' di questi pazienti ha superato i 70 anni di eta'", hasottolineato Cognetti precisando che "si tratta molto spesso dianziani soli, che arrivano alla diagnosi troppo tardi, con laconseguenza che sopravvivono molto meno, talvolta solo pochimesi, rispetto agli adulti di mezza eta' (55-69). Non solo.L'accesso alle cure diventa piu' difficile con l'avanzare deglianni. Solo due pazienti ultra 70enni su dieci accede aitrattamenti oncologici migliori e meno della meta' riceveconsigli su stili di vita corretti". "Negli anziani - ha detto il professor Roberto Bernabei,direttore del Dipartimento di geriatria neuroscienze ed'ortopedia del Policlinico Agostino Gemelli di Roma - ilrischio oncologico e' quaranta volte piu' alto rispetto allepersone di 20-40 anni e quattro volte maggiore rispetto aquelle di 45-65 anni. Tra gli uomini il tumore della prostatae' al primo posto (20%), seguito dal polmone (17%), dai tumoridel colon-retto (14%), della vescica e dello stomaco (12 e 6%);tra le donne il tumore alla mammella e' quello piu'frequentemente diagnosticato (21%), seguito dal colon-retto(17%), dal polmone (7%), dallo stomaco e dal pancreas (6%). Sitratta di numeri che devono far riflettere. Molte forme dicancro possono essere evitate attraverso la conduzione di stilidi vita sani". "Si tratta di una iniziativa lodevole - haaffermato da parte sua il presidente della Commissione Lavoro ePrevidenza sociale del Senato, Maurizio Sacconi - perche'risponde all'intenso rispetto per la vita che e' unacaratteristica italiana". Tra i testimonial della campagna c'e'anche Renzo Arbore: intervenuto anche lui al Senato, haricordato "l'odissea" che ha vissuto quando si ammalo' dicancro suo padre, rivolgendo a tutti un appello ad adottarestili di vita corretti il prima possibile, correggendo alcuni"vizi" prima che sia troppo tardi. (AGI) Rma/Msc/Pgi.