Staminali: Corte Ue, "brevettabile ovulo umano non fecondato"

(AGI) - Roma, 18 dic. - Un ovulo umano non fecondato e'brevettabile: lo ha stabilito la Corte di Giustizia Ue diLussemburgo. "Un organismo non in grado di svilupparsi inessere umano non costituisce un embrione umano ai sensi delladirettiva sulla protezione giuridica delle invenzionibiotecnologiche. Pertanto -afferma la Corte in una nota- leutilizzazioni di un organismo del genere a fini industriali ocommerciali possono essere, in linea di principio, oggetto dibrevetto". La decisione di oggi in parte ribalta quanto stabilitodalla Corte nel 2011, quando con la sentenza nel caso Brustlela Corte aveva stabilito

(AGI) - Roma, 18 dic. - Un ovulo umano non fecondato e'brevettabile: lo ha stabilito la Corte di Giustizia Ue diLussemburgo. "Un organismo non in grado di svilupparsi inessere umano non costituisce un embrione umano ai sensi delladirettiva sulla protezione giuridica delle invenzionibiotecnologiche. Pertanto -afferma la Corte in una nota- leutilizzazioni di un organismo del genere a fini industriali ocommerciali possono essere, in linea di principio, oggetto dibrevetto". La decisione di oggi in parte ribalta quanto stabilitodalla Corte nel 2011, quando con la sentenza nel caso Brustlela Corte aveva stabilito che "la nozione di embrione umanocomprendeva gli ovuli umani non fecondati" dal momento che"tali ovuli erano tali da dare avvio al processo di sviluppo diun essere umano". Questo quindi li rendeva non brevettabili.Chiamata pero' dall'Alta Corte di giustizia del Regno Unito astabilire se tutti gli ovuli siano in grado di dare adito a unprocesso di sviluppo di essere umano, la Corte Ue ha oggichiarito che questo non necessariamente avviene in tutti icasi. "Il solo fatto che un ovulo umano attivato perpartenogenesi inizi un processo di sviluppo non ? sufficienteper considerarlo un embrione umano," si legge nella nota stampadella Corte. Di conseguenza, quando si puo' dimostrare che daun ovulo non potra' derivare un essere umano, allora l'uso ditale ovulo e' brevettabile a fini industriali o commerciali,conclude la Corte. Il caso era partito da un ricorso dellamultinazionale biotech International Stem Cell Corporation, cheritiene appunto che gli ovuli da essa usati nei suoi processiindustriali non siano in grado di svilupparsi in esseri umani.(AGI).