Spazio: Cristoforetti all'interno della stazione spaziale

(AGI) - Roma, 24 nov. - Samantha Cristoforetti, primaastronauta italiana della storia, e' entrata nella Spazionespaziale internazionale. Prende il via dunque ufficialmente lamissione Futura. Cristoforetti e' entrata per prima dalla Soyuzall'Iss, seguita dai due colleghi. L'equipaggio in diretta tvha salutato sorridente, prima di apprestarsi a iniziare illavoro della missione. Samantha Cristoforetti, insieme al cosmonauta russo AntonShkaplerov e al collega americano Terry Virts, e' arrivata allaStazione spaziale, ancorandosi con la navicella Soyuz, pocomeno di sei ore dopo il decollo dal cosmodromo di Baikonur inKazakhstan. I tre rimarranno nell'Iss fino al maggio

(AGI) - Roma, 24 nov. - Samantha Cristoforetti, primaastronauta italiana della storia, e' entrata nella Spazionespaziale internazionale. Prende il via dunque ufficialmente lamissione Futura. Cristoforetti e' entrata per prima dalla Soyuzall'Iss, seguita dai due colleghi. L'equipaggio in diretta tvha salutato sorridente, prima di apprestarsi a iniziare illavoro della missione. Samantha Cristoforetti, insieme al cosmonauta russo AntonShkaplerov e al collega americano Terry Virts, e' arrivata allaStazione spaziale, ancorandosi con la navicella Soyuz, pocomeno di sei ore dopo il decollo dal cosmodromo di Baikonur inKazakhstan. I tre rimarranno nell'Iss fino al maggio 2015. Illoro viaggio comportera' tra l'altro importanti rifornimenti dicibo per gli altri astronauti a bordo, con quasi un chilo dicaviale nel bagaglio e persino una macchina per il caffe'espresso. Ci saranno 15 scatole da 30 grammi ciascuna dicaviale, ma anche mele, arance, pomodori e 140 dosi di latteliofilizzato e te' nero senza zucchero, secondo quanto hariportato l'agenzia russa Tass. In totale 16 paesi lavoranosulla ISS, compresi Russia e Stati Uniti. Un team di astronautie' sempre a bordo, con soggiorni fino a sei mesi. Lanciato inorbita nel 1998, questo avamposto orbitante e' costato 500miliardi di dollari, e dovrebbe rimanere in servizio fino al2024. (AGI).