Semafori a terra per chi ha occhi solo per lo smartphone

Una cittadina olandese sta sperimentando il nuovo sistema per tutelare i pedoni 'smartphone-dipendenti', ma per alcuni asseconda un comportamento sbagliato

Semafori a terra per chi ha occhi solo per lo smartphone
 (foto Afp)

Una cittadina olandese sta sperimentando un innovativo sistema di segnalazione stradale, installato a terra, per aiutare i pedoni che non staccano gli occhi dal loro smartphone neanche quando attraversano la strada. Sono i cosiddetti 'smartphone zombie', categoria a forte rischio incidenti, anche mortali.

Il 'semaforo a terra' installato a Bodegraven, vicino a tre scuole, è composto da strisce luminose al led, con le tradizionali luci rosso e verde che si accendono alternate per segnalare la possibilità o meno di attraversare.

L'accusa di assecondare comportamenti sbagliati

L'iniziativa, chiamata +Lichtlijn (linea di luce) è stata sviluppata da un'azienda locale, la HIG Traffic Systems, che punta a diffondere l'idea se il primo test va a buon fine. "Social media, giochi, WhatsApp e musica sono le principali distrazioni nel traffico: non siamo in grado di cambiare questa tendenza ma possiamo anticipare i problemi", ha sostenuto il consigliere cittadino Kees Oskam. 

Un approccio che non è piaciuto all'Associazione olandese per la Sicurezza nel Traffico (Vvn), convinta che questa iniziativa assecondi "cattivi comportamenti" invece di cercare di cambiarli. "Non vogliamo che la gente usi il telefono quando è nel traffico, anche quando camminano a piedi in giro. Devono sempre guardarsi intorno, per controllare se le auto si fermano al rosso". 

I precedenti in Germania e in Cina

Un sistema simile era stato installato l'anno scorso anche nella città bavarese di Augusta, dopo che una 15enne era stata travolta da un tram perché aveva gli occhi sul cellulare e le cuffie sulle orecchie. Sulle strade erano state poste delle luci circolari che segnalavano, accendendosi di rosso, l'arrivo dei mezzi pubblici. Secondo una ricerca in 6 capitali europee condotta dalla Dekra sugli incidenti, il 17% delle persone in strada usa lo smartphone mentre si trova nel traffico, agli incroci o in simili situazioni potenzialmente pericolose.

Ma prima ancora dell'Europa, ci avevano già pensato in Cina dove nel 2014 sono state sperimentate misure di sicurezza per i pedoni, tra cui una strada con due corsie, una dedicata ai normali passanti e una dedicata a chi usa lo smartphone mentre cammina. Come aveva spiegato all'epoca Nong Cheng, responsabile marketing nella città di Chongqing, "ci sono molti vecchi e bambini in strada e camminare con il celulare può causare collisioni".