Scuola: Giannini, coding per entrare nel mondo col piede giusto

(AGI) - Roma, 15 set. - Il coding, o meglio la programmazioneinformatica, "e' una nuova lingua, una lingua computazionale, eimpararla e' un modo straordinario per entrare nel mondo con ilpiede giusto". Cosi' il ministro dell'Istruzione, StefaniaGiannini, si e' rivolto ad alcuni studenti e insegnanti nellaSala della Regina della Camera dei deputati lanciandol'iniziativa 'Programma il Futuro'. Giunto al secondo anno, e'un progetto del ministero e del Consorzio InteruniversitarioNazionale per l'Informatica (Cini) che nel 2014/2015 ha gia'avvicinato oltre 300mila studenti, di quasi 16.500 classi, alpensiero computazionale. "Abbiamo un obiettivo molto ambizioso-

(AGI) - Roma, 15 set. - Il coding, o meglio la programmazioneinformatica, "e' una nuova lingua, una lingua computazionale, eimpararla e' un modo straordinario per entrare nel mondo con ilpiede giusto". Cosi' il ministro dell'Istruzione, StefaniaGiannini, si e' rivolto ad alcuni studenti e insegnanti nellaSala della Regina della Camera dei deputati lanciandol'iniziativa 'Programma il Futuro'. Giunto al secondo anno, e'un progetto del ministero e del Consorzio InteruniversitarioNazionale per l'Informatica (Cini) che nel 2014/2015 ha gia'avvicinato oltre 300mila studenti, di quasi 16.500 classi, alpensiero computazionale. "Abbiamo un obiettivo molto ambizioso- ha sottolineato Giannini - e cioe' contribuire, attraverso lascuola, alla crescita culturale del nostro Paese nel campodigitale, quindi alla crescita culturale tout court. Abbiamouna premessa di merito e di metodo per farlo, cioe' che ilcoding, il cosiddetto pensiero e l'attivita' computazionale,che non e' un'attivita' specialistica per informatici eingegneri. E' una competenza trasversale che, come lecompetenze linguistiche, e' fondamentale acquisire fin daiprimi banchi di scuola. La scuola deve offrire infatti percorsidi approfondimento di questo tipo di conoscenza. Il coding - haproseguito Giannini - e' l'acquisizione di una nuova modalita'di pensiero critico e di pensiero logico. L'elaborazione chesta alla base del linguaggio informatico, che sta alla base delpensiero computazionale, e' una elaborazione di naturasintattica. Lo si fa con le lingue naturali, adesso facciamo unpasso avanti e sviluppiamo, oltre alle lingue, questa nuovacapacita'. E' la rivoluzione epistemologica di questo secolo.Abbiamo alcuni stereotipi da abbattere. Dobbiamo diffonderel'alfabetizzazione digitale, che e' una nuova forma dialfabetizzazione in tutta la societa' e formare gli insegnanti,perche' non possono essere abbandonati a questo compito.Infine, occorrono le infrastrutture per farlo. Il governo hainvestito molto sulla scuola, fin dal primo giorno. L'annoscorso per 'Programma il futuro' sono stati coinvolti 305milastudenti in tutta Italia, la maggioranza della scuola primaria.L'obiettivo, adesso, e' coinvolgere 1 milione di studenti conil programma code.org. e arrivare, in 5 anni, ad avere questaconoscenza in tutta la scuola primaria", ha concluso latitolare del dicastero di viale Trastevere. Al lanciodell'edizione 2015/2016 del progetto hanno partecipato anche lapresidente della Camera, Laura Boldrini, e Hadi Partovi,fondatore e amministratore delegato di http://code.org,piattaforma no profit che ha lo scopo di ampliare l'accessoall'informatica. (AGI).