Scuola: Faraone, risorse ingenti per piano nazionale digitale

(AGI) - Roma, 25 feb. - "Vogliamo che la scuola di domani siapiu' che 2.0, che riesca ad anticipare i tempi, che sia illuogo dove i ragazzi sperimentino ed "esercitino" le loro ideein prospettiva". A parlare e' il sottosegretarioall'Istruzione, Universita' e Ricerca, Davide Faraone inoccasione della consegna a Roma dei premi "Anp perl'innovazione" dell'associazione nazionale dirigenti e alteprofessionalita' della scuola. "Ci sono studenti, docenti edirigenti scolastici che autonomamente e spontaneamente inquesti anni hanno saputo creare innovazione, hanno sviluppatobuone pratiche che adesso, pero', vanno istituzionalizzate emesse a disposizione della collettivita'".

(AGI) - Roma, 25 feb. - "Vogliamo che la scuola di domani siapiu' che 2.0, che riesca ad anticipare i tempi, che sia illuogo dove i ragazzi sperimentino ed "esercitino" le loro ideein prospettiva". A parlare e' il sottosegretarioall'Istruzione, Universita' e Ricerca, Davide Faraone inoccasione della consegna a Roma dei premi "Anp perl'innovazione" dell'associazione nazionale dirigenti e alteprofessionalita' della scuola. "Ci sono studenti, docenti edirigenti scolastici che autonomamente e spontaneamente inquesti anni hanno saputo creare innovazione, hanno sviluppatobuone pratiche che adesso, pero', vanno istituzionalizzate emesse a disposizione della collettivita'". Il sottosegretarioDavide Faraone annuncia che "stiamo predisponendo il Pianonazionale scuola digitale al quale dedicheremo finanziamentiingenti. E, oltre a questo, accoglieremo con piacere gliinvestimenti di privati che credono nel "brand" della buonascuola e di conseguenza nel futuro del Paese. La scuola e'responsabilita' di tutti". I "ANP per l'INNOVAZIONE" dell'Associazione nazionaledirigenti e alte professionalita' della scuola sono statiassegnati alla presenza del sottosegreterio Faraone, delpresidente di ANP, Giorgio Rembado e dell'amministratoredelegato di Microsoft Italia, Carlo Purassanta. L'iniziativa,giunta alla sesta edizione, ha premiato chi, nel mondodell'istruzione, si e' maggiormente distinto per progettirealizzati con il contributo della tecnologia. Il premioDirigente dell'anno e' andato a Viriol D'Ambrosio del Pololiceale statale "Saffo" di Roseto degli Abruzzi. Il Liceo e'considerato centro di eccellenza nella formazione di giovani edocenti nello studio e certificazione delle competenzenell'informatica e nelle lingue straniere. L'istituto fa ampioricorso all'innovazione tecnologica, alla didatticalaboratoriale e all'alternanza scuola-lavoro. Il professorD'Ambrosio ha realizzato un progetto innovativo nella propriascuola semplificando i processi organizzativi e migliorando iservizi agli studenti e alle famiglie tramite la tecnologia. Ilpremio Docente dell'anno e' stato assegnato a Paolo Cutini,docente di lingua inglese del "Convitto nazionale ReginaMargherita - Liceo Linguistico e Liceo delle Scienze Umane" diAnagni (Frosinone) con il progetto "Cyberteacher". Cutini harealizzato un sito www.cyberteacher.it con il duplice scopo dimettere a disposizione di insegnanti e studenti di scuolasuperiore risorse (esercizi interattivi, file, audio, video) dausare nello svolgimento dell'attivita' scolastica e disperimentare l'uso di strumenti didattici innovativi (un wiki,un blog, un canale Youtube e un canale streaming) che vengonousati quotidianamente dagli studenti nella loro attivita' distudio pomeridiano. Le attivita' proposte da Cutini nel sitosono finalizzate a coinvolgere gli studenti, motivandoli allostudio attraverso l'uso delle nuove tecnologie, favorendol'interazione e la collaborazione col docente e, nel contempo,una modalita' di apprendimento piu' stimolante, perche' piu'vicina ai loro interessi e alle loro inclinazioni. Infine,premio Classe digitale e' andato alle classi I e III sezione Fdell'Istituto comprensivo Francesco Pappalardo di Vittoria(Ragusa) guidati dalla professoressa Angela Rita AgneseFisichella che ha utilizzato la tecnologia per proporre unadidattica innovativa e moderna e per aver adattatol'insegnamento alle modalita' di apprendimento delle nuovegenerazioni di allievi. L'approccio alla scuola attraverso unambiente e-learning, che possiede le caratteristiche di unsocial media, ha voluto creare un canale di comunicazionerapido, diretto e di facile condivisione tra scuola e ambientedi studio personale. L'obiettivo delle classi, tra mite ilprofilo docente, e' stato "acchiappare" l'attenzione deiragazzi, trasmettere i contenuti e incrementare abilita' ecompetenze attraverso l'utilizzo di un social media. (AGI)Rmx/mld.