Scienza: Cnr, scoperta termopotenza di alcuni ossidi artificiali

(AGI) - Roma, 27 mar. - Uno studio internazionale pubblicato suNature Communications individua in alcuni ossidi artificiali lacapacita' di sfruttare in maniera mai rilevata finora l'effettotermoelettrico, cioe' la proprieta' che permette a un materialedi convertire il calore in energia elettrica. La pubblicazionee' frutto di una ricerca congiunta italo-svizzera che hacoinvolto le Universita' di Genova e Ginevra in collaborazionecon l'Istituto superconduttori, materiali innovativi edispositivi (Spin, Genova) e l'Istituto officina dei materiali(Iom, Cagliari), entrambi afferenti al Consiglio nazionaledelle ricerche. Noto anche come "effetto Seebeck", il potere termoelettricopermette di generare energia elettrica

(AGI) - Roma, 27 mar. - Uno studio internazionale pubblicato suNature Communications individua in alcuni ossidi artificiali lacapacita' di sfruttare in maniera mai rilevata finora l'effettotermoelettrico, cioe' la proprieta' che permette a un materialedi convertire il calore in energia elettrica. La pubblicazionee' frutto di una ricerca congiunta italo-svizzera che hacoinvolto le Universita' di Genova e Ginevra in collaborazionecon l'Istituto superconduttori, materiali innovativi edispositivi (Spin, Genova) e l'Istituto officina dei materiali(Iom, Cagliari), entrambi afferenti al Consiglio nazionaledelle ricerche. Noto anche come "effetto Seebeck", il potere termoelettricopermette di generare energia elettrica grazie a una differenzadi temperatura tra due punti di un materiale: sebbene sia unaproprieta' osservabile in quasi tutti i materiali conosciuti,l'efficacia e' relativamente debole e, sinora solo il 10 percento dell'energia dispersa in calore puo' essere recuperata.Lo studio mostra che, ingegnerizzando le proprieta' deimateriali su scala nanometrica, si possono ottenere valorirecord di termoelettricita' a basse temperature. Se fino adoggi la scarsa disponibilita' di materiali ad alto coefficientedi conversione energetica ne ha limitato l'utilizzo ad alcunispecifici settori (come quello delle sonde spaziali o alcuneparticolari tipologie di frigoriferi per vini), in futurodisporre di una nuova classe di materiali altamente performantied economici potrebbe estenderne significativamente l'uso inambito industriale, migliorando la resa di dispositivi qualiprocessori di computer e motori per auto. La ricerca harivelato, in particolare, un grande potenziale per la famigliadegli ossidi che - oltre a presentare un elevato coefficientedi conversione energetica - sono in grado di sopportaretemperature molto alte e non sono tossici. (AGI) Red/Pgi .