Sanita': Sumai-Assoprof, stop politiche contro medici e cittadini

(AGI) - Roma,23 set. - "Stop a politiche sanitarie che ricadonosui medici e sui cittadini. E anche il Decretosull'appropriatezza prescrittiva va in questa direzionerischiando di minare, con il suo sistema sanzionatorio, ancoradi piu' il rapporto tra medico e il paziente". Lo afferma inuna nota il Sumai-Assoprof, specialisti ambulatoriali, con ilsegretario Roberto Lala, a proposito dell'appropriatezzaprescrittiva all'indomani dell'incontro al Ministero dellaSalute. Il segretario spiega che "per questo, e ancora con piu'forza rilanciamo la mobilitazione generale indetta dallaFnomceo. Nell'ultima settimana - ricorda Lala - abbiamolanciato sotto l'egida della Fnomceo una mobilitazione

(AGI) - Roma,23 set. - "Stop a politiche sanitarie che ricadonosui medici e sui cittadini. E anche il Decretosull'appropriatezza prescrittiva va in questa direzionerischiando di minare, con il suo sistema sanzionatorio, ancoradi piu' il rapporto tra medico e il paziente". Lo afferma inuna nota il Sumai-Assoprof, specialisti ambulatoriali, con ilsegretario Roberto Lala, a proposito dell'appropriatezzaprescrittiva all'indomani dell'incontro al Ministero dellaSalute. Il segretario spiega che "per questo, e ancora con piu'forza rilanciamo la mobilitazione generale indetta dallaFnomceo. Nell'ultima settimana - ricorda Lala - abbiamolanciato sotto l'egida della Fnomceo una mobilitazione generaledei camici bianchi per protestare e sensibilizzare l'opinionepubblica sullo stato critico in cui versa il Ssn dopo anni diprovvedimenti e misure che hanno piu' badato alle esigenzeeconomiche che a quelle di cura". Per Lala, "Purtroppo, ad unaprima lettura anche il Dm sull'appropriatezza non ci convince.A partire dal sistema delle sanzioni che spaventa il medico erischia di farlo lavorare male e poco serenamente. I medici noncontestano l'appropriatezza, anzi, cercano di perseguirlaquotidianamente. Il punto e' che agire per decreto (in tempistrettissimi) su una materia cosi' complessa e delicata ci pareun errore. Serve un coinvolgimento piu' ampio della categoria".(AGI).