Sanita': a Firenze convegno mondiale su lesioni cutanee croniche

Sanita': a Firenze convegno mondiale su lesioni cutanee croniche
Congresso mondiale Wuwhs (World Union of Wound Healing Societies) - Firenze dal 25-29 settembre 2016

Firenze - Le lesioni cutanee croniche (o ulcere cutanee) rappresentano una delle prestazioni sanitarie piu' costose in assoluto: nel mondo circa il 3% del budget sanitario viene speso per la cura di questa patologia che e' sempre piu' diffusa e ha un elevato impatto sociale. In italia le lesioni cutanee croniche affliggono oltre 2 milioni di persone, di cui 30.000 bambini. In europa piu' di 10 milioni. si stima che circa 80 milioni della popolazione mondiale ne sia colpita. in toscana circa 40.000 pazienti Con l'obiettivo di trovare nuove strategie, nuove soluzioni e nuove "armi", Wuwhs (World Union of Wound Healing Societies) organizza il proprio convegno mondiale a Firenze dal 25 al 29 settembre 2016, presso il Centro Congressi Fortezza da Basso. Il convegno e' giunto alla quinta edizione, e' la prima volta che si tiene in Italia e vede riuniti sotto lo stesso tetto piu' di 3.500 medici, infermieri e studenti, in rappresentanza di 70 paesi, oltre a 350 relatori e piu' di 1100 abstract presentati.
Non la sola, ma sicuramente "un'arma rivoluzionaria" dal punto di vista della possibilita' di cura delle ferite difficili, che verra' discussa dagli esperti presenti a wuwhs 2016, e' Swan Icare, un'importante progetto di ricerca europeo, finanziato con oltre 6 milioni di euro e che vede la ricerca italiana con l'universita' di Pisa in prima linea insieme a 10 partner in rappresentanza di sei paesi europei: Swan Icare, la cui realizzazione e' prevista per la fine del 2016, mira a sviluppare un sistema integrato di nano sensori, inseriti nei dispositivi a pressione negativa per il monitoraggio e la gestione a distanza, in tempo reale, e con dati clinici sempre aggiornati sulle ferite cutanee croniche."L'osservazione continua dei parametri clinici, commenta Marco Romanelli, Direttore della Clinica Dermatologica dell'Universita' di Pisa, oltre che Presidente del Convegno e Presidente eletto della Wuwhs, grazie a Swan-Icare, offre l'opportunita' di ridurre il rischio di complicanze e fornire, se necessario, una terapia integrativa. questo, a sua volta, porta al miglioramento della qualita' di vita, riducendo al contempo il costo per il sistema sanitario. Spesso le ferite sono sottovalutate e sono una delle maggiori spese dei Sistemi sanitari dei vari paesi. Le ulcere cutanee sono un problema mondiale, l'1% della popolazione ne e' colpita". (AGI)
.