Salute: studio, defibrillare senza dolore e' possibile

(AGI) - Barcellona, 4 lug. - Presentata la prima evidenzascientifica che e' possibile realizzare un impinato didefibrillazione atriale indolore. A opresentarla, nel corso delmeeting Frontiers in CardioVascular Biology (FCVB) 2014organizzato dal Council on Basic Cardiovascular Science of theEuropean Society of Cardiology a Barcellona, Brian OscarBingen, dell'Universita' di Leiden in Olanda. Bingen hasviluppato un sistema di stimolazione dei tessuti del miocardioche sfrutta la luce, invece delle normale scossa elettrica,cosi' come avviene nei defibrillatori tradizionali. La scossaelettrica rilasciata dai defribillatori ha pero' la spiacevolecontroindicazione di causare un forte dolore al petto

(AGI) - Barcellona, 4 lug. - Presentata la prima evidenzascientifica che e' possibile realizzare un impinato didefibrillazione atriale indolore. A opresentarla, nel corso delmeeting Frontiers in CardioVascular Biology (FCVB) 2014organizzato dal Council on Basic Cardiovascular Science of theEuropean Society of Cardiology a Barcellona, Brian OscarBingen, dell'Universita' di Leiden in Olanda. Bingen hasviluppato un sistema di stimolazione dei tessuti del miocardioche sfrutta la luce, invece delle normale scossa elettrica,cosi' come avviene nei defibrillatori tradizionali. La scossaelettrica rilasciata dai defribillatori ha pero' la spiacevolecontroindicazione di causare un forte dolore al petto delpaziente. Per questo Bingen ha provato a verificare se fossepossibile conseguire gli stessi risultati, senza produrredolore. Per farlo hanno inserito una serie di recettori deicanali ionici ingegnerizzati e capaci di reagire a uno stimololuminoso in una sezione di tessuti cardiaci di ratto. "Lateoria e' che bastasse girare un interruttore di luce edepolarizzare l'intero miocardio senza bisogno di una scossa.In teoria, al paziente potrebbe essere dato un dispositivoimpiantabile con una maglia di diodi emettitori di luce (LED) equando si verifica un episodio di fibrillazione atriale, laluce si accende e la fibrillazione si arresta", ha dettoBingen. I test hanno avuto un discreto successo a livellotissutale e ora i ricercatori vorrebbero continuare a lavoraresu un intero miocardio per verificare la fattibilita' di uneventuale nuovo tipo di dispositivo. (AGI).