Salute: giornata sindrome di Down, raccolta fondi in 200 piazze

(AGI) - Roma, 8 ott. - Sara' dedicata al tema dell'autonomia laGiornata Nazionale delle persone con sindrome di Down che sisvolgera' domenica prossima in tutta Italia. Le persone consindrome di Down, se adeguatamente seguite, hanno potenzialita'di autodeterminazione e grandi margini di miglioramentonell'ambito delle autonomie personali e sociali. E' pero'fondamentale che acquisiscano gli strumenti e le competenzenecessarie per affrontare le sfide quotidiane della vita e dellavoro. Questo il messaggio che volontari e famiglie delleassociazioni aderenti al CoorDown (Coordinamento NazionaleAssociazioni delle persone con la sindrome di Down) porterannoin oltre 200 piazze,

(AGI) - Roma, 8 ott. - Sara' dedicata al tema dell'autonomia laGiornata Nazionale delle persone con sindrome di Down che sisvolgera' domenica prossima in tutta Italia. Le persone consindrome di Down, se adeguatamente seguite, hanno potenzialita'di autodeterminazione e grandi margini di miglioramentonell'ambito delle autonomie personali e sociali. E' pero'fondamentale che acquisiscano gli strumenti e le competenzenecessarie per affrontare le sfide quotidiane della vita e dellavoro. Questo il messaggio che volontari e famiglie delleassociazioni aderenti al CoorDown (Coordinamento NazionaleAssociazioni delle persone con la sindrome di Down) porterannoin oltre 200 piazze, offrendo il consueto messaggio dicioccolato, realizzato con cacao proveniente dal commercio equoe solidale, in cambio di un contributo. I fondi raccoltisaranno utilizzati per finanziare i progetti di autonomiaorganizzati sul territorio e dedicati a giovani e adulti consindrome di Down. In alcune citta', la campagna di raccoltafondi iniziera' gia' da sabato 10 e proseguira' anche neigiorni successivi. Tra gli appuntamenti in programma, ancheconvegni, mostre e spettacoli teatrali. Da oltre 12 anni,l'iniziativa punta a sensibilizzare l'opinione pubblica eaffermare l'importanza di una cultura della diversita' contro itanti pregiudizi che ancora colpiscono le persone condisabilita'. "Le persone con sindrome di Down non sono tutteuguali. E' fondamentale conoscerle e metterle alla prova perscoprire che molte di loro hanno enormi potenzialita' e sonocapaci di svolgere una professione con impegno e costanza, distudiare con soddisfazione e di praticare sport a ottimilivelli", ha affermato Sergio Silvestre, Presidente NazionaleCoorDown, in un comunicato. "Un percorso scolastico di qualita'e un lavoro - ha sottolineato - non sono solo diritti ma anchegli strumenti piu' importanti per garantire ai ragazzi consindrome di Down una vita il piu' possibile autonoma, una pienaintegrazione nella societa' e un futuro sereno e dignitoso".(AGI) .