Salute: fond. Matteotti, riflessione su "Disabilita' e media"

(AGI) - Roma, 11 mar. - "Storie di ordinaria e straordinariadisabilita'". E' questo il filo conduttore di "Disabilita' emedia", Rapporto della Fondazione Matteotti sullarappresentazione delle persone con disabilita' nel sistemaitaliano dell'informazione, presentato a Roma, nella bibliotecadella Camera dei Deputati, con diversi esperti del mondo dellacomunicazione, della ricerca e delle associazioni impegnate sultema della disabilita'. Il rapporto e' stato realizzato con ilcontributo della Fondazione Terzo Pilastro - Italia eMediterraneo ed ha monitorato alcune delle maggiori testatenazionali di informazione di carta stampata e siti web diinteresse in cerca di "storie di

(AGI) - Roma, 11 mar. - "Storie di ordinaria e straordinariadisabilita'". E' questo il filo conduttore di "Disabilita' emedia", Rapporto della Fondazione Matteotti sullarappresentazione delle persone con disabilita' nel sistemaitaliano dell'informazione, presentato a Roma, nella bibliotecadella Camera dei Deputati, con diversi esperti del mondo dellacomunicazione, della ricerca e delle associazioni impegnate sultema della disabilita'. Il rapporto e' stato realizzato con ilcontributo della Fondazione Terzo Pilastro - Italia eMediterraneo ed ha monitorato alcune delle maggiori testatenazionali di informazione di carta stampata e siti web diinteresse in cerca di "storie di disabilita'" pubblicatenell'ultimo trimestre del 2012. Il risultato e' stato un percorso di venti storie diordinaria e straordinaria disabilita', da cui emerge che quandola stampa si occupa di questo argomento, lo fa soprattuttoattraverso la voce di genitori o familiari, nel 65% dei casiposizionando l'articolo come taglio alto della sezione Cronacae corredandolo con un'immagine dalla funzione evocativa. Tra itemi affrontati, il piu' frequente e' quello dell'autonomia (in13 articoli su 20), seguito dall'argomento famiglia (8articoli) e risorse economiche (6). Spesso enfatico illinguaggio, con "padri coraggio" e "figli eroi" e un lessicoche attinge alla sfera delle emozioni (frequenti i "cuori","sogni", "emozioni") o del conflitto ("disperazione", "guerra","lotta"). Varie le storie emerse dal flusso delle notizie.Dall'odissea di Esharef, alle prese con un trasporto pubblicoinadeguato (Il Messaggero) al coraggio di Manuel, ragazzo downdiventato atleta di successo (Avvenire); dalla seconda vita diSamuel, disabile dopo un incidente in moto che torna alla vitasociale grazie all'aiuto del padre (Corriere della sera) allasurreale vicenda di Pierre, ragazzo autistico scambiato per unospacciatore (la Repubblica). Non solo storie di persone maanche di luoghi, dalla piazza che ha visto le proteste deidisabili contro il taglio dei fondi (Il Mattino) al carcere,dove la condizione di disabile diventa ancora piu' drammatica(Superando.it); e poi storie di tempi, dal presentedell'inquietante fotografia del Censis sulla disabilita' inItalia (Quotidianosanita'.it) al futuro della ricerca che apreorizzonti di cambiamento (La Stampa, Redattore Sociale). (AGI).