Salute: Federfarma, pronti a distribuzione cannabis terapeutica

(AGI) - Roma, 18 set. - "Le farmacie sono pronte ad assicurarela disponibilita' delle preparazioni con cannabis sulla basedelle forniture che arriveranno dallo Stabilimento ChimicoFarmaceutico Militare di Firenze. Apprezziamo questa iniziativache agevola l'accesso alle cure palliative a diverse categoriedi malati gravi, proseguendo in un percorso nel quale sonofortemente impegnate anche le farmacie". Cosi' la presidente diFederfarma, Annarosa Racca, commenta la firma da parte deiministri della Salute e della Difesa, del protocollo di intesache affida allo Stabilimento Chimico Farmaceutico lacoltivazione della cannabis a fini terapeutici. Le forniture alle farmacie del territorio

(AGI) - Roma, 18 set. - "Le farmacie sono pronte ad assicurarela disponibilita' delle preparazioni con cannabis sulla basedelle forniture che arriveranno dallo Stabilimento ChimicoFarmaceutico Militare di Firenze. Apprezziamo questa iniziativache agevola l'accesso alle cure palliative a diverse categoriedi malati gravi, proseguendo in un percorso nel quale sonofortemente impegnate anche le farmacie". Cosi' la presidente diFederfarma, Annarosa Racca, commenta la firma da parte deiministri della Salute e della Difesa, del protocollo di intesache affida allo Stabilimento Chimico Farmaceutico lacoltivazione della cannabis a fini terapeutici. Le forniture alle farmacie del territorio e ospedaliere,come ha ricordato il ministro Lorenzin, cominceranno non appenale Regioni avranno definito le modalita' distributive sullabase del protocollo terapeutico che un gruppo di lavoro tecnicoconsegnera' al Consiglio Superiore di Sanita' entro il 30settembre. "In tempi di spending review e' positivo anche ilfatto che la produzione effettuata dallo stabilimento militaredi Firenze abbattera' in modo notevole i costi per il Sistemasanitario nazionale", aggiunge Racca. "Lodevole anche lavolonta', espressa dai due ministri Lorenzin e Pinotti, diaffidare allo Stabilimento Militare pure la produzione difarmaci orfani destinati alle malattie rare". (AGI).