Salute: esperti a congresso per prevenzione ipertensione

(AGI) - Bologna, 21 set. - Sensibilizzare l'opinione pubblicasull'importanza della prevenzione attraverso un approcciocorretto all'ipertensione arteriosa, patologia che ancora oggiaffligge una persona su tre causando ogni anno 280mila morti inItalia e 6,5 milioni nel mondo. Dopo il successo dell'11esimaGiornata Mondiale contro l'Ipertensione Arteriosa, questa e' lamission della Societa' italiana dell'ipertensione arteriosa(Siia) in occasione del 32esimo Congresso Nazionale inprogramma a Bologna, presso il Centro Congressi, dal 24 al 26settembre. Tra i punti focali del Congresso, la presentazionedell'algoritmo per l'appropriatezza della terapia ipertensiva,sviluppato congiuntamente dalla Siia e dall'Agenzia Italianadel Farmaco

(AGI) - Bologna, 21 set. - Sensibilizzare l'opinione pubblicasull'importanza della prevenzione attraverso un approcciocorretto all'ipertensione arteriosa, patologia che ancora oggiaffligge una persona su tre causando ogni anno 280mila morti inItalia e 6,5 milioni nel mondo. Dopo il successo dell'11esimaGiornata Mondiale contro l'Ipertensione Arteriosa, questa e' lamission della Societa' italiana dell'ipertensione arteriosa(Siia) in occasione del 32esimo Congresso Nazionale inprogramma a Bologna, presso il Centro Congressi, dal 24 al 26settembre. Tra i punti focali del Congresso, la presentazionedell'algoritmo per l'appropriatezza della terapia ipertensiva,sviluppato congiuntamente dalla Siia e dall'Agenzia Italianadel Farmaco allo scopo di realizzare uno strumento pubblico, diutilizzo pratico e che fornisca strategie e regole utili adottimizzare la cura della ipertensione arteriosa. Inoltre laSiia porra' l'accento sull'avanzamento dello Studio I-GAME,indagine approfondita sui meccanismi che possono promuoverel'ipertensione giovanile, problema sempre piu' rilevante allaluce dei dati che vedono in crescita i livelli di ipertensionein eta' giovanile e addirittura in quella pediatrica. Sempre inoccasione del Congresso Nazionale, la Siia presentera' anche iprimi e incoraggianti risultati giunti a completamento delprimo quadriennio del progetto "Obiettivo 70 per cento", teso afar si' che almeno il 70 per cento dei pazienti italianiaffetti da ipertensione arteriosa tornasse a un soddisfacentecontrollo pressorio. (AGI).