Salute: domani a Roma congresso Health Technology Assessment

(AGI) - Roma, 30 set. - L'Health Technology Assessment (HTA) e'considerato a livello globale come un approccio utile alrazionale governo dei sistemi sanitari. Ben 195 paesidell'Organizzazione Mondiale della Sanita', nel 2014 hannosottoscritto una risoluzione, che promuove l'adozione dell'HTAquale strumento fondamentale per assicurare la coperturauniversale dei servizi sanitari per i cittadini. L'8? CongressoNazionale SIHTA, in programma da domani a Roma, intendeaffrontare il tema dell'impatto dell'HTA sul governo deisistemi sanitari approfondendo la questione da diversi punti divista. Tra i partecipanti il Ministro della Salute BeatriceLorenzin, il Presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi,

(AGI) - Roma, 30 set. - L'Health Technology Assessment (HTA) e'considerato a livello globale come un approccio utile alrazionale governo dei sistemi sanitari. Ben 195 paesidell'Organizzazione Mondiale della Sanita', nel 2014 hannosottoscritto una risoluzione, che promuove l'adozione dell'HTAquale strumento fondamentale per assicurare la coperturauniversale dei servizi sanitari per i cittadini. L'8? CongressoNazionale SIHTA, in programma da domani a Roma, intendeaffrontare il tema dell'impatto dell'HTA sul governo deisistemi sanitari approfondendo la questione da diversi punti divista. Tra i partecipanti il Ministro della Salute BeatriceLorenzin, il Presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi,il Direttore generale di Aifa Luca Pani e il Presidentedell'Istituto superiore di sanita' Walter Ricciardi Aperturadel Congresso alle ore 15.00, al Centro Congressi PalazzoRospigliosi. La prima sessione plenaria sara' dedicata aldifficile rapporto tra ricerca e decisione politica in uncontesto dove la ricerca del consenso spesso indirizza lescelte politiche piu' di quanto possa fare la disponibilita' dievidenze scientifiche robuste e consistenti. La presenza di policy maker, assessor e stakeholderanimera' il dibattito su questo delicato tema per il SistemaSanitario Nazionale (SSN). La seconda prospettiva e' quelladella comunicazione. Infatti per un sistema sanitario realmenteefficace e ritenuto accettabile nei suoi tratti fondamentali ecomprensibile nelle sue scelte, e' necessario che il mondo deimedia sappia trovare un giusto equilibrio tra la ricerca delloscandalismo legato ai casi di malpractice e a quelli dicorruzione e l'altrettanto deleterio "sensazionalismo" chetroppo spesso e' associato ai "miracoli della medicina" cherischiano di creare un presunto "diritto alla speranza"difficilmente assicurabile sotto il profilo tecnico, economicoe giuridico La terza prospettiva ha natura istituzionale edorganizzativa. Il reale impatto dell'HTA dipende anche dallaqualita' delle valutazioni, dalla loro tempestivita' epervasivita' nel sistema. L'esperienza degli ultimi anni ci starestituendo un panorama in cui i processi di HTA si intreccianoa diversi livelli e con diverse competenze: le collaborazioniinternazionali ed europee, sono protese verso il coinvolgimentodi Agenzie ed unita' di HTA che agiscono non solo a livellonazionale ma anche a livello regionale e locale. L'intrecciotra le evidenze generate spesso "globalmente", ma utilizzate"localmente", sta costruendo un vero e proprio "ecosistema" diorganizzazioni di valutazione che sono imbevute in un ambienteestremamente dinamico sotto il profilo demografico,epidemiologico, tecnologico ed istituzionale. La quartaprospettiva e' quella dell'armonizzazione delle valutazioni asupporto delle decisioni. L'impatto delle valutazioni di HTAdipende dalla coordinazione delle decisioni prese ai varilivelli decisionali e l'implementazione del Programma Nazionaledi HTA, previsto nel Patto per la Salute 2014-2016, che prevedel'adozione di un approccio sempre piu' esplicito per ledecisioni in merito ai percorsi di innovazione edisinvestimento nel SSN, rappresenta un punto di partenza peraumentare il consenso tra gli stakeholder in merito allevalutazioni di HTA. (AGI) Red/Pgi.