Salute: da Soleterre farmaci a 200 bambini ivoriani malati cancro

Salute: da Soleterre farmaci a 200 bambini ivoriani malati cancro
Soleterre - Strategie di pace, con il contributo della Chiesa Valdese, consegna farmaci al reparto di oncologia pediatrica dell'ospedale di Treichville, Costa d'Avorio (sito)

Roma - L'organizzazione umanitaria Soleterre - Strategie di pace, grazie al contributo della Chiesa Valdese, ha consegnato uno stock di farmaci del valore di 8.000 euro al reparto di oncologia pediatrica dell'ospedale di Treichville, in Costa d'Avorio. In quel Paese le famiglie devono farsi carico interamente delle spese mediche poiche' il sistema sanitario nazionale non copre il costo di chemioterapie e altri farmaci necessari alla cura del cancro. La maggior parte della popolazione ivoriana vive in condizione di poverta', spesso anche estrema, pertanto non sono in grado di acquistare tutti i medicinali previsti dal protocollo di terapia attraverso le proprie risorse economiche. Grazie al contributo dei fondi dell'otto per mille della Chiesa Valdese, Soleterre (organizzazione umanitaria laica e indipendente che opera per garantire i diritti inviolabili degli individui nelle "terre sole") ha acquistato uno stock di medicinali composto da chemioterapici, antibiotici, antidolorifici, antipiretici e materiale di supporto come siringhe, flebo, garze, etc. con il quale si prevede di supportare fino a 200 bambini malati di cancro.
Da molti anni infatti l'organizzazione umanitaria e' attiva in diversi reparti pediatrici, tra cui appunto l'ospedale di Treicheville (l'unico attrezzato in tutto il Paese), per la cura del cancro infantile, della malnutrizione e di altre patologie, sostenendo il lavoro di oltre 250 medici tra oncologi, pediatri, infermieri, fisioterapisti, psicologi ed educatori. Dal 2010 l'associazione ha attivato il Programma Internazionale per l'Oncologia Pediatrica (PIOP) attraverso cui fornisce cure e sostegno a oltre 8.000 bambini malati di cancro e alle loro famiglie. Tramite il PIOP, Soleterre interviene in quei Paesi dove la mancanza di conoscenza e fondi condanna i bambini malati di cancro alla morte sicura, garantendo accesso alle cure con fondi d'emergenza e medicinali chemioterapici. Inoltre, fino al 31 dicembre, e' attiva la campagna sociale "Adotta una corsia", raccolta fondi promossa da Soleterre - Strategie di pace a favore dei bambini malati di cancro e altre patologie ricoverati nei reparti pediatrici in Italia, Ucraina, Uganda, Costa d'Avorio, India e Marocco. La campagna si pone l'obiettivo di fornire le giuste cure e il sostegno psicologico adeguato ai piccoli pazienti, attraverso una donazione mensile di 10 euro telefonando al numero verde 800 90 41 81 o visitando il sito www.soleterre.org/donazione. Grazie alle donazioni continuative raccolte con la campagna "Adotta una corsia" di Soleterre si potranno garantire a questi bambini concrete possibilita' di guarigione attraverso la realizzazione di diagnosi accurate e tempestive, la fornitura di medicine antitumorali e attrezzature mediche, ma anche garantire supporto psicologico, attivita' ludiche e case di accoglienza in Italia, Ucraina, Marocco, India, Costa d'Avorio ed Uganda. L'obiettivo primario di Soleterre e' ffrire possibilita' di cura e ricreare un ambiente sereno che assicuri a bambini e adolescenti malati benessere emotivo per affrontare le cure, spesso lunghe e dolorose. (AGI)