Salute: Bicocca capofila ricerca Ue su sistema immunitario

(AGI) - Milano, 29 set. - L'Universita' di Milano-Bicocca sara'capofila nel progetto europeo "Toll-Like Receptor 4 activationand function in diseases: an integrated chemical-biologyapproach - TOLLerant" con l'obiettivo di studiare il ruolo delrecettore umano TLR4 e la sua azione in patologie di tipoinfettivo, infiammatorio e autoimmune, e di concludere la fasepreclinica della sperimentazione di nuovi farmaci. La ricercasi propone di indagare ruolo del recettore umano TLR4(Toll-Like Receptor 4), che normalmente agisce come un sensorealla presenza di batteri, virus e altri agenti patogeni,innescando le risposte infiammatoria e immunitaria nell'uomo enei mammiferi.

(AGI) - Milano, 29 set. - L'Universita' di Milano-Bicocca sara'capofila nel progetto europeo "Toll-Like Receptor 4 activationand function in diseases: an integrated chemical-biologyapproach - TOLLerant" con l'obiettivo di studiare il ruolo delrecettore umano TLR4 e la sua azione in patologie di tipoinfettivo, infiammatorio e autoimmune, e di concludere la fasepreclinica della sperimentazione di nuovi farmaci. La ricercasi propone di indagare ruolo del recettore umano TLR4(Toll-Like Receptor 4), che normalmente agisce come un sensorealla presenza di batteri, virus e altri agenti patogeni,innescando le risposte infiammatoria e immunitaria nell'uomo enei mammiferi. Una risposta normale del TLR4 ai patogeni e' quindi allabase della difesa immunitaria, ma quando la risposta del TLR4e' eccessivamente potente e non adeguatamente regolata, allorasi innescano una serie di patologie per molte delle qualiancora manca un trattamento farmacologico efficace. Questepatologie comprendono la sepsi e lo shock settico, malattieinfiammatorie e autoimmuni, e anche neuro-infiammazioni esindromi neurodegenerative come Alzheimer, Parkinson e Sla(sclerosi laterale amiotrofica). Il compito del team di lavorosara' sviluppare delle nuove molecole capaci di inibire omodulare l'attivazione e la via di trasmissione del TLR4,sviluppando e sperimentando nuovi prototipi di farmaci finoalla fase preclinica. In parallelo, le nuove molecolesviluppate saranno utilizzate per studiare il fenomenodell'attivazione del TLR4 in modo da acquisire nuove conoscenzesulle cause scatenanti delle malattie legate allaiper-attivazione del TLR4.TOLLerant ha ricevuto unfinanziamento di oltre 3 milioni ed e' tra i primi del nuovoprogramma di ricerca Horizon2020 a vedere l'ateneo milanesecome capofila. Durera' quattro anni e sara' coordinato daFrancesco Peri, docente di Chimica Organica nel Dipartimento diBiotecnologie e Bioscienze dell'Universita' di Milano-Bicocca,assieme a: Agencia Estatal Consejo Superior de InvestigacionesCienti'ficas di Madrid, Center for Cooperative Research inBiosciences di Bilbao, Centre for Cooperative Research inBiomaterials di San Sebastian, Universita' Federico II diNapoli, Universitat Bielefeld in Germania, Universita' diLubiana e Universita' di Bruxelles. Due i partner industriali:Lofarma SrL (MIlano) e Diomune (Madrid). (AGI).