Salute: al Gemelli innovazioni tecnologiche endoscopia digestiva

(AGI) - Roma, 6 mag. - Una "cucitrice" a ultrasuoni pertrattare la malattia da reflusso gastroesofageo e una nuovatecnica di sutura endoscopica dello stomaco per la curadell'obesita' patologica. Sono due delle piu' promettentiinnovazioni tecnologiche presentate da oggi a venerdi' a Romapresso l'Auditorium dell'Universita' Cattolica del Sacro Cuorea "EndoLive 2015", il workshop internazionale organizzato epresieduto da Guido Costamagna, direttore dell'Unita' operativadi Endoscopia digestiva chirurgica del PoliclinicoUniversitario A. Gemelli. La "cucitrice" a ultrasuoni si chiama Muse (MedigusUltrasonic Surgical Endostapler) e permette un trattamentomininvasivo della malattia da reflusso esofageo, attraverso laricostruzione

(AGI) - Roma, 6 mag. - Una "cucitrice" a ultrasuoni pertrattare la malattia da reflusso gastroesofageo e una nuovatecnica di sutura endoscopica dello stomaco per la curadell'obesita' patologica. Sono due delle piu' promettentiinnovazioni tecnologiche presentate da oggi a venerdi' a Romapresso l'Auditorium dell'Universita' Cattolica del Sacro Cuorea "EndoLive 2015", il workshop internazionale organizzato epresieduto da Guido Costamagna, direttore dell'Unita' operativadi Endoscopia digestiva chirurgica del PoliclinicoUniversitario A. Gemelli. La "cucitrice" a ultrasuoni si chiama Muse (MedigusUltrasonic Surgical Endostapler) e permette un trattamentomininvasivo della malattia da reflusso esofageo, attraverso laricostruzione della valvola esofagea, eliminando la necessita'di un intervento chirurgico. "Il principio che sta alla base diquesta nuova tecnologia - ha spiegato Costamagna - e' ditrasformare procedure che solitamente vengono effettuateattraverso la chirurgia "open" e/o laparoscopica in procedureendoluminali, che sfruttano orifizi naturali". In tal senso ilMuse e' un sistema innovativo che unisce una cucitricechirurgica, onde a ultrasuoni per un preciso posizionamentonella sede che si intende trattare e una videocameraminiaturizzata, il tutto in un unico strumento. L'altrainnovazione tecnologica permette, attraverso la bocca, diridurre lo stomaco con "punti di sutura" evitando tagli. "Ilsistema di sutura endoscopica OverStitch - ha spiegatoCostamagna - fornisce una soluzione endoscopica mininvasiva peri pazienti che tendono ad aumentare di peso o che nonraggiungono i loro obiettivi di perdita ponderale dopo bypassgastrico". Il sistema OverStitch offre un'alternativamininvasiva alla chirurgia tradizionale riducendo il volumedella cavita' gastrica residua e/o l'anastomosigastro-digiunale attraverso il posizionamento di sutureendoscopiche. (AGI) .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it