Ricerca: da Eit 2 mld per 50 startup in materie prime strategiche

(AGI) - Roma, 18 dic. - Doppia vittoria italiana sul frontedella creazione di nuove imprese e occupazione. Il consorziointernazionale "RawMatTERS", al quale partecipano l'Enea conalcune universita' e industrie nazionali, ha vinto il bando perun progetto europeo da 2 miliardi di euro per creare 50 startup e 10mila posti di lavoro nel settore delle materie prime'strategiche'. Inoltre, spiega una nota, il polo di riferimentodel progetto per il Sud Europa sara' in Italia, presso ilCentro Ricerche Casaccia dell'Enea a Roma. Il bando e' promossodall'Istituto Europeo per la Tecnologia e l'Innovazione (EIT) eprevede

(AGI) - Roma, 18 dic. - Doppia vittoria italiana sul frontedella creazione di nuove imprese e occupazione. Il consorziointernazionale "RawMatTERS", al quale partecipano l'Enea conalcune universita' e industrie nazionali, ha vinto il bando perun progetto europeo da 2 miliardi di euro per creare 50 startup e 10mila posti di lavoro nel settore delle materie prime'strategiche'. Inoltre, spiega una nota, il polo di riferimentodel progetto per il Sud Europa sara' in Italia, presso ilCentro Ricerche Casaccia dell'Enea a Roma. Il bando e' promossodall'Istituto Europeo per la Tecnologia e l'Innovazione (EIT) eprevede la creazione di una 'Comunita' della conoscenza edell'innovazione' (KIC Knowledge and Innovation Community ) permigliorare l'estrazione, il riciclo, il riuso e la sostituzionedelle materie prime 'critiche' quali, ad esempio, terre rare,indio, germanio, magnesio. Il consorzio RawMatTERS e' compostoda 20 paesi e oltre 100 partner. Per l'Italia, oltre allacapofila Enea, sono coinvolti Trento Rise, Aster, Marangoni, leUniversita' di Padova e di Milano Bicocca e, come partnerassociati, Pirelli Tyre, Politecnico di Milano; ZanardiFonderie, piu' 16 partner a progetto, principalmente Pmi diItalia, Spagna e Malta, piu' 15 partner di supporto fra i qualiUnioncamere, Regioni Lazio e Lombardia e il Ministero delloSviluppo Economico. Le attivita' partiranno da gennaio 2016 peruna durata di sette anni, fino al 2022. "E' una vittoria per ilsistema Paese e dell'Enea che e' riuscita a mettere insiemetutti i principali attori italiani intorno a un progettostrategico per la ricerca e l'innovazione applicateall'industria manifatturiera", ha dichiarato il Commissariodell'Enea Federico Testa, "ci sono voluti due anni di lavoro,per i quali ringrazio i nostri funzionari e i ricercatori, perarrivare a questo risultato che consolida l'eccellenza Enea nelbinomio ricerca-industria". "Nello specifico, la Kic nonfinanziera' attivita' di ricerca in senso stretto, bensi' lavalorizzazione delle ricerche pregresse, in forma di nuoveconcrete iniziative di business compreso lo sviluppo dellenuove professionalita' ad esse necessarie" spiega MarcoVittori, responsabile dell'Unita' Tecnologia dei Materialidell'Enea che ha curato il progetto insieme all'Ufficio diBruxelles dell'Agenzia. (AGI).