Privacy: Garante, si' a sistema prevenzione furti di identita'

(AGI) - Roma, 3 nov. - Il Garante privacy ha espresso parerefavorevole su due schemi di convenzione che consentiranno ilfunzionamento del sistema di prevenzione delle frodi nelsettore del credito al consumo, con particolare riferimento aifurti di identita'. Il sistema, basato su un archivio centraleinformatizzato, sara' gestito da Consap Spa su incarico delministero dell'Economia e delle finanze e consentira', tral'altro, di consultare le banche dati di numerosi enti pubblici(Agenzia delle Entrate, ministero dell'Interno, ministero deiTrasporti e delle Infrastrutture, Inps, Inail) per scoraggiarefenomeni di sostituzione di persona, ad esempio con lafalsificazione

(AGI) - Roma, 3 nov. - Il Garante privacy ha espresso parerefavorevole su due schemi di convenzione che consentiranno ilfunzionamento del sistema di prevenzione delle frodi nelsettore del credito al consumo, con particolare riferimento aifurti di identita'. Il sistema, basato su un archivio centraleinformatizzato, sara' gestito da Consap Spa su incarico delministero dell'Economia e delle finanze e consentira', tral'altro, di consultare le banche dati di numerosi enti pubblici(Agenzia delle Entrate, ministero dell'Interno, ministero deiTrasporti e delle Infrastrutture, Inps, Inail) per scoraggiarefenomeni di sostituzione di persona, ad esempio con lafalsificazione di documenti. La prima convenzione definisce le regole a cui devonosottostare le societa' che ricevono una domanda difinanziamento o altri servizi, i cosiddetti aderenti diretti(banche, intermediari finanziari, fornitori di servizi dicomunicazione elettronica o di altri servizi, imprese diassicurazione) per poter accedere al sistema. Le societa'potranno cosi' verificare l'autenticita' dei dati contenutinella documentazione presentata dalla persona richiedente econtrollare eventuali informazioni relative a rischi di frodein corso o frodi gia' perpetrate. La seconda convenzione regolainvece l'attivita' dei cosiddetti aderenti indiretti - ovvero igestori di sistemi di informazioni creditizie (Sic) e leimprese che offrono servizi assimilabili - che le banche e glialtri aderenti diretti possono incaricare come lorointermediari per accertare, tramite il sistema, la veridicita'della documentazione presentata. Vista la particolaredelicatezza delle informazioni trattate sono state previste,anche su indicazione del Garante, precise misure al fine diimpedire eventuali trattamenti illeciti dei dati delle personeche desiderano usufruire del credito al consumo. Le societa'potranno utilizzare solo i dati pertinenti e non eccedenti,necessari al perseguimento delle specifiche finalita' indicatenel regolamento di attuazione del sistema di prevenzione enelle specifiche convenzioni inerenti il settore commerciale diappartenenza. Tutti i soggetti coinvolti dovranno proteggere idati personali con adeguate misure di sicurezza e potrannoconservali solo per il tempo strettamente necessario. (AGI).