Nobel: infettivologi, premio importante; farmaci rivoluzionari

(AGI) - Roma, 5 ott. - "Si tratta di un riconoscimentoimportantissimo che, come sempre accade, arriva dopo diversianni dal momento della scoperta. Entrambi sono farmaci chefunzionano e che sono in pratica medica da tempo. L'esigenzadel tempo, nasce per avere la prova provata che i farmacifunzionino". Lo ha affermato all'AGI il presidente Simit(Societa' Italiana di malattie infettive e tropicali), MassimoAndreoni, commentando i Nobel per la medicina assegnati oggiper farmaci contro parassiti e malaria. "Per quanto riguardal'artemisina - spiega Andreoni - e' un farmaco che harivoluzionato la terapia della malaria, ha migliorato

(AGI) - Roma, 5 ott. - "Si tratta di un riconoscimentoimportantissimo che, come sempre accade, arriva dopo diversianni dal momento della scoperta. Entrambi sono farmaci chefunzionano e che sono in pratica medica da tempo. L'esigenzadel tempo, nasce per avere la prova provata che i farmacifunzionino". Lo ha affermato all'AGI il presidente Simit(Societa' Italiana di malattie infettive e tropicali), MassimoAndreoni, commentando i Nobel per la medicina assegnati oggiper farmaci contro parassiti e malaria. "Per quanto riguardal'artemisina - spiega Andreoni - e' un farmaco che harivoluzionato la terapia della malaria, ha migliorato di moltole strategie terapeutiche, soprattutto nelle forme di malariaresistenti a vecchi farmaci, per una malattia che ha ancora unimpatto mostruoso. L'Ivermectina e' un derivato da batteri, poimodificato, che viene utilizzato in campagne di massa,somministrato un gran numero di persone. La filariasi, infatti,e' un'altra malattia che colpisce milioni di persone e ilfarmaco ha ridotto in maniera drammatica le patologie connessee viene utilizzato anche per la scabbia". (AGI) Rmx/Pgi.