Nobel Chimica: esperto, da studi nuovo approccio contro cancro

(AGI) - Roma, 7 ott. - "La scoperta dell'esistenza dimeccanismi che permettono alla cellula di riparare il Dnadanneggiato e' alla base di numerosissimi studi sul cancro". Loha detto all'AGI Vincenzo Costanzo, ricercatoredell'Ifom-Fondazione Istituto FIRC di Oncologia Molecolare,commentando la scelta di assegnare a Tomas Lindahl, PaulModrich e Aziz Sancar il nuovo Nobel per la Chimica. Costanzoha anche lavorato per molti anni ai Clare Hall Laboratories diLondra al Cancer Research UK, insieme a Lindahl. "Lindahl e glialtri nuovi Nobel ci hanno suggerito nuovi bersagli per colpirele cellule tumorali", ha spiegato Costanzo. "L'obiettivo

(AGI) - Roma, 7 ott. - "La scoperta dell'esistenza dimeccanismi che permettono alla cellula di riparare il Dnadanneggiato e' alla base di numerosissimi studi sul cancro". Loha detto all'AGI Vincenzo Costanzo, ricercatoredell'Ifom-Fondazione Istituto FIRC di Oncologia Molecolare,commentando la scelta di assegnare a Tomas Lindahl, PaulModrich e Aziz Sancar il nuovo Nobel per la Chimica. Costanzoha anche lavorato per molti anni ai Clare Hall Laboratories diLondra al Cancer Research UK, insieme a Lindahl. "Lindahl e glialtri nuovi Nobel ci hanno suggerito nuovi bersagli per colpirele cellule tumorali", ha spiegato Costanzo. "L'obiettivo dimolte ricerche e' ora quello di mirare agli enzimi che guidanola riparazione del Dna delle cellule tumorali. Colpire questibersagli - ha continuato - con dei specifici inibitori cipermette di uccidere, anche selettivamente, le celluletumorali". Attualmente sono incorso diversi studi su questofilone. "Grazie all'AIrc, stiamo lavorando un un particolareenzima, Sen1. Inibendolo - ha sottolineato Costanzo - speriamodi poter eliminare le cellule del tumore". (AGI) Red/Pgi.